Caro bollette. Cna Ragusa convoca una riunione straordinaria

Tempo di lettura: 2 minuti

La pesante situazione economica, a causa del caro bollette, che sta interessando tutti i comparti, ha spinto la Cna territoriale di Ragusa a promuovere una serie di iniziative urgenti. “Abbiamo pensato – spiegano il presidente territoriale Giuseppe Santocono con il segretario Carmelo Caccamo – di convocare una riunione straordinaria dei presidenti dei mestieri e dei raggruppamenti d’interesse in presenza presso la nostra sede territoriale di Ragusa, in via Psaumida, per martedì alle 18,30. Il momento drammatico che stiamo registrando da parte di tutte le categorie produttive a causa dell’aumento dell’energia elettrica, carburanti, gas e materie prime, da un lato, e del blocco delle cessioni di credito e dei ritardi dell’agenzia di Riscossione nelle rateizzazioni per il rilascio del Durc, dall’altro lato, ci hanno indotto a convocare un appuntamento urgente e unitario per discutere e proporre uno stato di mobilitazione straordinario al fine di organizzare eclatanti azioni di protesta. Chiediamo a tutti i presidenti dei mestieri di essere presenti e, al contempo, solidali verso i numerosi colleghi che in questo momento stanno attraversando un periodo di grave crisi economica. Non ci sono dubbi sul fatto che non si possa più rimanere ad attendere che arrivino provvedimenti dai Governi regionale e nazionale, tra l’altro alle prese con la campagna elettorale, e che è indispensabile fare sentire nella maniera più pressante possibile la propria voce”.

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI