Il Comune di Ragusa ammesso al percorso nazionale ANCI

Su formazione e accompagnamento sui giovani NEET
Tempo di lettura: 2 minuti

Il Comune di Ragusa è stato selezionato da Anci Nazionale per la partecipazione ad un percorso di formazione e accompagnamento sui NEET, ovvero i giovani che al momento non studiano né lavorano. La richiesta di Ragusa è stata infatti ammessa a seguito di una manifestazione di interesse, avviata lo scorso marzo, rivolta a tutti quei Comuni che avessero già promosso primi percorsi concreti per avvicinare i giovani al mondo della formazione o del lavoro.
Obiettivo di Anci è fornire ai Comuni metodologie e strumenti per incrementare la capacità di progettare attività rivolte ai tanti giovani che vivono questa particolare situazione, facilitando la co-progettazione con il partenariato locale e rendendo maggiormente coerenti le attività rivolte ai NEET, sviluppate o in via di sviluppo, con le linee programmatiche dell’Ente stesso. Sarà quindi possibile, grazie alle competenze acquisite dal personale appositamente formato, realizzare nuovi ed efficaci progetti comunali volti a sensibilizzare e includere i giovani NEET, soprattutto quelli più scoraggiati e vulnerabili.
Il percorso di formazione prenderà avvio il 12 settembre 2022, avrà una durata di circa 4 mesi e si terrà con modalità di partecipazione in presenza ed on-line, per un totale di 60 ore complessive ripartite in tre moduli. A essere formati saranno due dipendenti comunali ed è stata proposta la possibilità anche per un rappresentante della Consulta Giovanile.
“Nell’aprile 2021, quando abbiamo partecipato ad un incontro promosso proprio da Anci con il Ministro delle Politiche Giovanili – spiega l’assessore alle Politiche Giovanili, Clorinda Arezzo – si era convenuto sull’urgenza che tutti i Comuni rilevassero la presenza sul territorio del fenomeno NEET e ricevessero formazione per predisporre politiche e azioni adeguate. A novembre, Anci e il Dipartimento della Gioventù e del Servizio civile nazionale hanno stipulato un accordo per dare concretezza a questo obiettivo, partendo da questo percorso formativo per il quale siamo felici di essere stati selezionati e coinvolti. I Comuni che lo seguiranno, tra l’altro, potranno presentare proposte progettuali da candidare al cofinanziamento del Fondo Politiche Giovanili 2020-21”.
“Aver istituito lo scorso ottobre il nuovo Informagiovani Comunale e i dati sui primi 6 mesi di fruizione – prosegue il delegato alle Politiche Giovanili, Simone Digrandi – ci ha garantito, inserendoli nel formulario della manifestazione di interesse, gli elementi per essere accreditati a questo percorso di formazione Anci. Lo sportello in presenza e gli sportelli tematici, a cui numerosi ragazzi si sono rivolti per informazioni e consigli su formazione e lavoro; più di mille utenti che seguono il contatto Instagram, venendo costantemente informati su bandi di concorso, corsi e iniziative varie – anche grazie a diverse partnership; il nostro percorso dei 12 eventi in diretta sul mondo del lavoro con esperti e professionisti, e altre iniziative correlate, hanno fornito opportunità a tanti ma anche all’Ente. Grazie a coloro che verranno edotti su come costruire politiche comunali volte al coinvolgimento e al sostegno dei NEET, potremo offrire ulteriori occasioni a tanti ragazzi, che oggi faticano a intravedere un adeguato percorso di crescita o di ingresso al lavoro”.

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI