Cerca
Close this search box.

Incontro Pensionati Cgil Cisl Uil con ASP Ragusa

Tempo di lettura: 2 minuti

“Confronto e condivisione gli unici vaccini utili per migliorare e ampliare l’assistenza socio-sanitaria sul territorio. Il Tavolo permanente della salute strumento operativo per la provincia di Ragusa.”
Così, le delegazioni di Spi Cgil, Fnp Cisl e Uil Pensionati, hanno commentato l’incontro con il Direttore generale dell’ASP Ragusa, Angelo Aliquò, e la relativa presentazione della relazione consegnata dall’azienda sanitaria alla VI Commissione ARS per la programmazione degli interventi da inserire nei fondi del Pnrr.
“Abbiamo, innanzitutto, apprezzato lo spirito di condivisione del Direttore generale – aggiungono Rosario Denaro e Salvatore Schembari per lo Spi, Vito Polizzi e Rosario Iacono per la Fnp e Giorgio Bandiera per la Uil Pensionati – Un metodo che, come più volte richiesto dal sindacato, è l’unico che può portare risultati utili per l’assistenza agli anziani, ai disabili e ai non-autosufficienti.
Quanto proposto dall’ASP riteniamo rispecchi le necessità del nostro territorio – aggiungono i rappresentanti dei Pensionati di Cgil, Cisl e Uil – I tre ospedali di Comunità, le nove Case della Comunità e le tre Centrali Operative Territoriali riescono ad assicurare copertura a tutti i 12 comuni della nostra provincia.”
Gli ospedali di Comunità, strutture sanitarie di ricovero breve, saranno realizzati al “Regina Margherita” di Comiso con una dotazione di 40 posti letto, al “Maria Paternò Arezzo” di Ragusa con 40 posti letto e al “Busacca” di Scicli con altri 40 posti letto.
“Visto il tasso di ospedalizzazione di anziani a bassa complessità – aggiungono ancora i segretari – queste strutture consentiranno anche un’assistenza sanitaria infermieristica continuativa anche notturna. Molto spesso non erogabile a domicilio.”
Le Case di Comunità indicate nella relazione inviata all’ARS sono quella di Chiaramonte, Monterosso Almo, Giarratana, Santa Croce Camerina, Ispica, Acate e Vittoria dove verranno ristrutturati i relativi poliambulatori già esistenti. A Modica verrà realizzato nell’ex scuola media “Giovanni XXIII” e a Pozzallo è in corso di realizzazione.
Le tre Centrali Operative Territoriali, infine, saranno allestite nei locali dell’ex Ospedale Civile di Ragusa dove sono già stati avviati i lavori che si concluderanno entro il prossimo mese di marzo.
“Sia le prime che le seconde – concludono i tre segretari generali di Spi, Fnp e Uil Pensionati, Rosario Denaro, Vito Polizzi e Giorgio Bandiera – aiuteranno ad estendere l’assistenza sanitaria e a garantire un filtro più rapido per l’accesso ai servizi garantiti in materia di salute. Crediamo che siamo sulla strada giusta e che ora tocchi alla Regione assicurare certezze nella progettazione del Piano sanitario da ridisegnare grazie ai fondi del Pnrr. Il Tavolo permanente della salute sta garantendo impegno e costante aggiornamento sullo stato dell’arte in provincia. Il nostro impegno continua perché le fasce più fragili della popolazione possano avere riconosciuti i loro diritti alla salute e, quindi, alle cure.”

© Riproduzione riservata
Subscribe
Notificami
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Scroll to Top