Cerca
Close this search box.

Cambiano il nome al Corso Umberto. Modica, buontemponi o…?

Tempo di lettura: 2 minuti

Modica si è ritrovata stamattina con il Corso Umberto modificato nella sua denominazione. Ignoti durante la notte avevano sostituito l’attuale denominazione della principale arteria cittadina da Corso Umberto a Corso Gaetano Bresci. Tutte le tabelle toponomastiche erano state modificate attraverso l’installazione di pannelli adesivi della stessa caratteristica di quelle originari.

Ora c’è da capire se si tratta del gesto di qualche buontempone oppure rappresenta un segnale preoccupante.

Gaetano Bresci è stato un anarchico, esecutore del regicidio del Re d’Italia Umberto I.

L’abusiva toponomastica riportava la dicitura “Corso Gaetano Bresci, tirannicida, già Corso Umberto I Tiranno”.

Ma c’è un altro fatto inquietante: su molti cartelli della segnaletica stradale e sulle recinzioni dei cantieri di Corso Umberto erano state installate delle mani a grandezza naturale.

476232
© Riproduzione riservata

12 commenti su “Cambiano il nome al Corso Umberto. Modica, buontemponi o…?”

  1. Forse si vuole comunicare che qualcuno in un modo esplicito a Modica han messo “le mani sulla Città “.
    Sappiamo chi ha messi le mani sulla città, ma non sappiamo chi è stato l’autore di tale esplicita dimostrazione.
    Magari tale comunicazione, finalmente, arriva a tutti i cittadini.

  2. Ahahahahahah :)))
    Immagino i commenti di chi osservava esterefatto/a le tabelle “ma chi’è ci canciaru nomu!? Ma quannu? Ma pikkì? Cosi re pazzi”

  3. Figghi rj but…a, se vi pigghiu vi vurruocu nta serra re ciuri.
    Accussi mi ruvinati a campagna, e nun arrivu nPalemmu.
    Bastarduni figghi ri but…a.

  4. E’ una forma di contestazione..ammirevole..dove con nessuna colpa si sottolineano 9 anni di totale mancato controllo economico ed amministrativo della citta’ con conseguenti disaggi. ovvio non evidenti o palpabili ..ma che di fatto sono grossi e’ grandi..costruzioni e tinkite’ senza un aumento demogra fico e senza un piano di urbanizazione..la bellezza di Modica ridotta all osso..

  5. luca del guercio

    in qualità di autore di questo assalto poetico vi invito a visitare la mostra del Carnevale Modicano che inaugura oggi dalle ore 18,30 in Piazza Matteotti.

  6. Gaetano Bresci ha frequentato il circolo di anarchici a Prato, vero. Il suo primo arresto, per aver difeso un fornaio dalle guardie, quel fornaio era aperto oltre l’orario di chiusura, pensate. Scarcerato emigra negli Usa. Ma ha saputo della repressione nel sangue di 400 cittadini, che protestavano a Milano saccheggiando negozi e panifici, perché non potevano comprare neanche la farina. Tornò in Italia dagli USA per uccidere il Re. L’ultimo carcere per lui fu a Ventotene mi pare…. Dove fu rinchiuso anche Pertini da partigiano. Bresci fu trovato impiccato nella sua cella nel 1901. Era controllato a vista dalle guardie. Quando fu trovato era in decomposizione il suo corpo…. Quindi lascio a voi le considerazioni. Certo che è strano che qualcuno abbia coperto la scritta Corso Umberto con il nome di Bresci, che è stato chi ha ucciso Re Umberto.

  7. È stato portato un attacco terroristico all’immagine di Gnaziu..
    Chissà quali altri atti di sabotaggio verranno portati a segno…
    Sicuramente ne vengono coinvolti tutti coloro che lo hanno asservito ed appoggiato..
    Azioni del genere potrebbero inficiare la sua corsa alla regione..

  8. In generale, concretezza e determinazione sono l’unica strada percorribile per tentare di cambiare e sistemare le cose nel nostro Paese. Non mi pare che a Modica le cose vadano così male come si vuol far credere.

  9. @Giannino Ruzza
    Leggo il suo ottimismo dott. Ruzza e mi auguro sinceramente che sia come lei dice. Tuttavia le chiedo cosa ne pensa del debito che Modica ha, oltre cento milioni nei confronti dello stato, da quello che trapela dalle aule del municipio.
    Il mio ragionamento prescinde da qualsiasi pregiudizio, mi creda, ma quei quattrini devono essere pagati dai cittadini e l’attuale Sindaco non avrà alcuna responsabilità su quanto fatto, i guai saranno per il prossimo Sindaco, lei pensa questo sia giusto?
    Lei ritiene che poi andremo a dissesto signor Ruzza?
    Vede, tutti siamo stati contenti per tante cosette fatte, tante spese senza alcuna selezione sulle priorità o sulle effettive necessità… ma era semplice fare tutto questo a debito, o no?
    Chiunque al suo posto, avendo carta bianca sulle spese e senza alcuna responsabilità avrebbe fatto altrettanto, ma lei pensa, sig. Ruzza sia stata la cosa giusta?
    Anzi, aggiungo, senza limiti di spesa e facendo debiti come se non esistesse un domani, molti avrebbero fatto molto meglio, avrei tante idee in proposito. Ma il fatto è che i debiti si dovranno pagare da noi e dai nostri figli, e non esistono altre possibilità. Sarei interessato a sentire il suo punto di vista con qualche spiegazione o notizia che magari la maggioranza di noi cittadini non conosciamo.
    Scusandomi se ho allargato il campo sull’argomento dell’articolo, la ringrazio e la saluto.

  10. Credo che semplicemente dovremo “americanizzarci” anche in questo. Se un comune, per risanare il proprio debito, dovesse aumentare le tasse a dismisura e tagliare i servizi, chi ha un lavoro che offre la possibilità di mobilità, semplicemente dovrà abbandonare quel comune. Se pago le tasse come altri italiani che vivono in comuni “migliori”, perchè devo rimanere e subire le scelte di un qualcuno che ha lavorato senza ragionevolezza e/o prospettiva del futuro?
    Purtroppo la nostra mentalità è lontana da questo modus operandi, ma la via d’uscita è proprio questa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Scroll to Top