Cuba. Presidente Diaz-Canel chiede la chiusura di Guantanamo 

Tempo di lettura: 2 minuti

(g.r.) Con oggi, sono trascorsi 4 lustri dall’arrivo dei primi terroristi islamici nel carcere di Guantanamo. Lo ha ricordato il presidente cubano Miguel Diaz-Canel, denunciando l’arbitrarietà sistematica e gli abusi che vengono commessi nella base navale statunitense, “ripudiata dal mondo, che si trova nel territorio occupato illegalmente a Guantanamo Bay” ha detto. Canel ha chiesto agli Stati Uniti la chiusura immediata del penitenziario, dopo vent’anni di violazioni dei diritti umani.  La sua denuncia arriva dopo la pubblicazione di un report dell’ONU  in cui si condannano gli abusi commessi in questa prigione. I relatori (indipendenti?)  delle Nazioni Unite hanno evidenziato che a Guantanamo si verificano incessanti e continue violazioni delle garanzie fondamentali dei detenuti, il che costituisce una macchia per Washington in materia di stato di diritto. Si condannano le detenzioni arbitrarie senza processo, le torture, i maltrattamenti commessi e si critica l’impunità di coloro che compiono queste violazioni. I relatori hanno chiesto la chiusura del centro e il rilascio dei detenuti (forse si sono dimenticati della strage dell’11 settembre e gli innumerevoli attentati terroristici compiuti in ogni parte del mondo) e il risarcimento di coloro che sono stati torturati e detenuti arbitrariamente. Dal canto suo, il ministro degli Esteri Bruno Rodríguez, ha indicato che sono già “20 anni di ignominia”, ricordando che 780 prigionieri sono passati per il lager della base americana e “detenuti senza un giusto processo “. E così sia.

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

3 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI