Versi di Luce a Modica. “In pietra mutata ogni voce” è il claim

Festival internazionale di CinemaPoesia quale messaggio di perseveranza e tenacia.
Tempo di lettura: 2 minuti

La terza ed ultima giornata di Festival riserverà emozioni grandi e confermerà le attese perché è già enorme la soddisfazione del risultato, della bellezza sfiorata grazie ai lavori cinematografici provenienti da tutto il mondo, grazie alle personalità che stanno gravitando introno al “Versi di Luce” tra attori, registi, critici cinematografici, ecc.
Già dalla mattinata di sabato si potrà avere contezza di tutto ciò.
Il programma prevede alle ore 10.00 alla Cineteca modicana Loop Videoclip in concorso: Buen viento di Armando Escobedo (Messico), Notte di Giulia Palombino (Italia), Leisure machine di Jim Batt (Australia), Intro di The Gibertins di Federico Cadenazzi e Fabio R. Rossin (Italia), Ma va a finire che di Raffaele Matrone (Italia), Lazzaro-Layz di Daniele Mercatali (Italia), Silenzio di Silvio M. Cantoro (Italia.
Alle ore 16.00, sempre alla Cineteca modicana, proeizione di un Lungometraggio in concorso: Fra due battiti di Stefano Usardi (Italia).
Appuntamento molto atteso e imperdibile è “Nino Martoglio e Angelo Musco, due siciliani nel cinema italiano.”, una piacevolissima conversazione con Franco La Magna, critico cinematografico e storico del cinema, in occasione del centenario della morte dello scritto e drammaturgo di Belpasso Nino Martoglio e del 150° dalla nascita del grande comico catanese Angelo Musco (Fondazione Grimaldi – Sala Conferenze).
A seguire verrà proiettato il lungometraggioL’aria del continente (1935), regia di Gennaro Righelli.
Alla Fondazione Grimaldi – Sala Mostre, alle ore 18.00 Loop di Videoarte e di Videopoesia in concorso: Kareu di Elias Djemil (Canada), Lady Lazarus di Bianca Serena Truzzi (Italia), I am soil breaking off di Paoloma Sierra (USA), Madame Jarrar di Mathieu Samaille (Canada), Out of breath di Liliane Mutti (Francia), Legacy di Pamela Falkenberg e Jack Cochran (Canada), Stay away di Mathieu Samaille (Canada), Tidal di David Bickley (USA), Dark Myriad 70 di Eta Dahlia (United Kingdom), L’infinito di Riccardo De Angelis e Romeo Marconi (Italia), To Thaliarchus di Martin Zillner ed Eik Kohlbauer ( Austria), Dolorem Ipsum di Antonello Matarazzo (Italia), Shift Simmers Slips di Lars Nagler (Germania), Unspeakable di Luis Damas (Portogallo), Rebirth of Venus di Robin Noorda (Paesi Bassi).
La serata conclusiva della tredicesima edizione del “Versi di Luce” si svolgerà alle ore 21.00 nella Sala Conferenze della Fondazione Grimaldi di Modica.
La scaletta dell’evento in programma è davvero nutrita e corposa: verrà premiato il corto selezionato tra quelli presentati dagli istituti scolastici partecipanti a “Giovani Versi di Luce” e verrà anche consegnata una Menzione speciale; verrà assegnato il premio “Versi di Luce” e verranno premiati i vincitori delle sezioni Lungometraggi, Cortometraggi, Videoclip, VideoArte e VideoPoesia.
Nel corso della serata verranno consegnati anche i tre premi speciali “Una voce” al critico cinematografico Franco La magna, “Musica e Poesia” alla cantante Tosca e “Teatro e Poesia” all’attore e regista Giancarlo Zanetti.
Il programma dettagliato della tre giorni è consultabile nel sito www.versidiluce.com.
L’accesso è consentito con Greenpass rafforzato ed è necessario l’uso della mascherina.

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI