Assicurazione auto scaduta: tutto quello che c’è da sapere

Tempo di lettura: 3 minuti

In generale non è mai una buona idea lasciare scadere l’assicurazione, soprattutto oltre il quindicesimo giorno dalla data di scadenza. Infatti, è previsto per legge che allo scadere del contratto annuale della polizza RC Auto, essa rimanga comunque attiva per altri 15 giorni, continuando a fornire la copertura consueta in caso di sinistro. Questa regola, per ovvie ragioni, non si applica alle assicurazioni temporanee.

Oltre a non incorrere in situazioni pericolosamente confuse, pagare l’assicurazione auto in un’unica soluzione permette di risparmiare sull’importo totale del premio assicurativo. Come detto in precedenza, a partire dal quindicesimo giorno dopo la scadenza, l’autovettura non è più coperta e questo comporta rischi e sanzioni non indifferenti. Tuttavia, la scadenza della polizza potrebbe essere legata a una semplice dimenticanza, oppure la si lascia scadere per aderire a una nuova compagnia assicurativa in luogo della vecchia. Se sei alla ricerca di una nuova proposta assicurativa per la tua auto, suggeriamo di prendere seriamente in considerazione le offerte di ConTe.it, marchio italiano del gruppo Admiral, leader delle assicurazioni online, corredata di un servizio clienti di prim’ordine e disponibile ad assisterti, in caso di sinistro, H24 per 365 giorni all’anno.

Il passaggio da una compagnia assicurativa a un’altra è stato largamente favorito e semplificato dall’abolizione del tacito rinnovo sulle polizze RCA. Precedentemente al 2013, se non si fosse data apposita disdetta nei termini stabiliti, l’assicurazione della vettura si sarebbe rinnovata automaticamente. Ora, con le nuove regole, la compagnia assicurativa invia una proposta di rinnovo almeno 30 giorni prima della scadenza. Tale richiesta è o dovrebbe essere corredata dall’attestato di rischio digitale, da girare all’eventuale nuova assicurazione. Nel caso in cui mancasse l’attestato di rischio le compagnie assicurative hanno la facoltà di poterlo condividerlo online, nell’area personale dedicata ai clienti.

Rimane il fatto che vi sono in circolazione parecchie auto prive di copertura assicurativa, circa 2,6 milioni secondo una rilevazione dell’ANIA del 2019. Per ovviare ai problemi legati a un sinistro con una vettura senza copertura assicurativa il ministero dei trasporti ha da tempo istituito il Fondo Garanzia Vittime della Strada, la cui gestione è demandata al CONSAP, cioè alla Concessionaria Servizi Assicurativi Pubblici. La copertura economica al fondo di garanzia è assicurata da un prelievo pari al 2,5% sull’importo delle polizze attive.

© Riproduzione riservata
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI