Libertà Popolare, Puglisi: “A Scicli situazione amministrativa più confusa che mai”

Tempo di lettura: 2 minuti

La fine della sindacatura Giannone si avvicina, è tempo di bilanci, ma non si può proprio dire che gli ultimi 5 anni di politica, a Scicli, siano stati caratterizzati da quella tanto auspicata normalizzazione. Al contrario, le dimissioni dei componenti di Start dall’amministrazione comunale rappresentano un vero e proprio terremoto nella scena politica sciclitana, un divorzio tra il Sindaco e la principale componente di maggioranza che aveva sostenuto con forza il progetto politico del sindaco -quella rivoluzione gentile che doveva portare ad un processo di svecchiamento della politica a Scicli, e alla quale i “ragazzi” di Start hanno creduto, ingenuamente, per troppo tempo-. Il sindaco, in tutta fretta, resosi conto che il re è nudo, con un dei suoi classici giri di valzer -sfruttando sapientemente il suo passato di sinistra e, ancor più, l’abilita con le parole- cerca ora di aprire alle forze del centrosinistra con una manovra, tuttavia, tanto contraddittoria quanto anacronistica. La contraddittorietà è data dal fatto che sono proprio le forze di centrosinistra quelle che maggiormente e duramente hanno attaccato in questi anni -nel colpevole silenzio di una evanescente opposizione- l’arroccamento del Sindaco e, quindi, rimettere insieme i cocci pare ora impresa ardua; l’anacronismo è dato dal fatto che parlare ancora oggi di ideologie contrapposte tra destra e sinistra appare slegato dal tempo ove, a livello nazionale, il governo è sostenuto da tutto l’arco costituzionale, compreso quel movimento 5stelle che era nato per combattere i partiti di destra e sinistra. E se a livello nazionale, dove le scelte sono prettamente di natura politica, sono state messe da parte ideologie e convinzioni radicate, ancora più, a livello locale, devono superarsi queste logiche partitiche, queste barriere ideologiche tra destra e sinistra che il sindaco vorrebbe ricostruire, forse più per non ammettere il fallimento del suo progetto. Si amministra, infatti, col buon senso, con l’equilibrio, con la competenza, con il coinvolgimento nella vita politica della società civile, quella vera e autentica fatta di persone che vivono ogni giorno tra la gente, conoscendone i problemi di lavoro, di emarginazione. E, invece, la confusione politica di questi ultimi anni si è tradotta, a Scicli, in confusione amministrativa, con un ente comunale in costante crisi finanziaria, con l’assenza di un segretario comunale in pianta stabile, con le dimissioni di un caposettore lavori pubblici e urbanistica e con il suo sostituto a mezzo servizio con un comune limitrofo, con un settore fondamentale come lo sviluppo economico che è stato privato dell’elemento più valido…potremmo continuare nell’elencazione ma una sola domanda sorge spontanea: tutto ciò è frutto di una mancata seria programmazione ovvero è scelta di non avere soggetti nei posti chiave per avere più mano libera al momento delle decisioni importanti? In entrambi i casi è grave che sia avvenuto! La soluzione a tutto questo non sarà né semplice né veloce, e chi dice il contrario mente sapendo di mentire. Il primo passo sarà certamente quello di porre a fondamento di ogni progetto di rilancio della città le persone, le sciclitane e gli sciclitani che hanno voglia di spendersi per la città, in maniera autentica e vera. Noi di Libertà popolare siamo pronti a iniziare questo percorso di ascolto e di dialogo con ogni singolo individuo, con tutte le forze politiche e sociali, con il mondo dello sport, dell’associazionismo, con le forze economiche e le associazioni di categoria, perché solo dal confronto con tutti, senza preclusioni e barriere preconcette, nasceranno le idee per un nuovo sviluppo della città.

 

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI