Lavori per la fibra a Modica. “Qual è la convenzione ?”

Tempo di lettura: 2 minuti

Sui danni alle strade  provocati dai lavori per la posa  della fibra ottica, nei giorni scorsi c’è stato  un incontro tra l’Amministrazione comunale e due ditte che si stanno occupando delle opere, le quali hanno dato disponibilità affinché i lavori di ripristino, definiti “ .. costi aggiuntivi ..” per le imprese, si potessero compensare con “ .. uno sgravio sulla tassa di occupazione del suolo pubblico ..”.
“Tutto ciò necessita di maggiori spiegazioni – precisa Vito D’Antona di Sinistra Italiana -. L’unica  convenzione che conosciamo relativa “ .. alla realizzazione di infrastrutture e reti dati ad alta velocità per la posa in opera della fibra ottica nonché l’utilizzazione di infrastrutture esistenti .. “ risulterebbe essere quella approvata recentemente con delibera di Giunta Comunale.
Tale convenzione prevede all’art. 11 che la ditta concessionaria “ .. si impegna ad eseguire i lavori a perfetta regola d’arte ..” e “ .. ad effettuare i ripristini stradali in conformità a quanto previsto dal Decreto Scavi. .. ” ed all’art. 15 che la ditta è “ .. espressamente esentata dal pagamento di ulteriori canoni ed oneri di qualsivoglia natura a favore del Comune ..”.
Allora il sindaco  dica in primo luogo ai cittadini se esiste un’altra convenzione e quando è stata eventualmente stipulata sullo stesso tipo di lavori relativi al passaggio della fibra ottica.
Se, come pare, invece, non vi sono altre convenzioni, e ci si riferisce a quella approvata, perché allora il ripristino del manto stradale viene considerato un costo aggiuntivo, quando risulta invece essere tra gli impegni della ditta e cosa bisogna compensare quando già la ditta è esentata da qualsiasi canone, compresa sicuramente anche la tassa per l’occupazione del suolo pubblico?
Riteniamo – conclude D’Antona – che su una argomento così delicato, come una concessione che avrà la durata di vent’anni, si debba fare il massimo della chiarezza.
Proponiamo, pertanto, che i consiglieri di minoranza, facendosi interpreti di una esigenza di trasparenza, chiedano una discussione in Consiglio Comunale”.

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI