I versi del modicano Macauda letti all’Hotel degli Aragonesi

Tempo di lettura: 2 minuti
Sabato sera, nella gremita hall dell’Hotel degli Aragonesi, si sono levate alte le parole di tanti bravi scrittori siciliani e non, facendosi largo tra i fumi residui degli incendi che hanno offeso la bellezza unica della Playa di Catania. Nel corso della serata sono stati letti versi delle poesie del modicano Giuseppe Macauda, scrittore pluripremiato.
“E’ stato un grande onore poter leggere i miei versi – spiega l’interessato – dedicati ai profumi e ai colori che in estate inebriano i sensi dei siciliani, dal podio più alto.

 Ringrazio il generoso Presidente Luigi Bulla, dinamico factotum di questo rinomato concorso ed Alessandro Bulla, che mi ha donato una motivazione straordinariamente raffinata, capace di cogliere il senso più profondo della mia umile lirica: ” Utilizzando versi liberi ed eleganti, l’autore consegna al lettore una meravigliosa visione atemporale del ciclo delle stagioni: il tempo scorre in comunione con lo spirito, che col sopraggiungere dell’estate, si rinnova dando al contempo vita al risveglio dei sensi”.

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI