Laurea. Corso linguistico in mediazione. Lettera alla ministra

Tempo di lettura: 2 minuti
Gentilissima Sig.ra Ministro,
mi perdonera’ se Le rubo due minuti del suo prezioso tempo.
Due anni fa decisi di iscrivermi a corsi singoli di inglese e arabo presso l universita di Ragusa Ibla, volevo rispolverare il mio inglese e soprattutto imparare a leggere e scrivere in arabo malgrado i miei 62 anni.
Oggi desidero farLe sapere come una piccolissima sede universitaria può essere una eccellenza. Sarebbe bellissimo se il mio grazie venisse condiviso pubblicamente anche dall’ Istituzione da Lei rappresentata.
Grazie, al personale di segreteria dr. Mussolin e signora Criscione, con la loro pazienza e conoscenza riescono a risolvere qualunque problema.
Grazie, ai docenti di inglese prof. Massimo Sturiale e dottoressa  Giovanna Smart, per avermi sempre spronata ad andare avanti, anche quando mi rendevo conto che rispetto i miei giovani colleghi ero un miglio sotto.
Grazie, al prof. Stefano Lo Presti per essere riuscito a motivare sempre me i miei giovani colleghi, anche quando ci  sentivamo persi nel labirinto della grammatica araba: Le assicuro Sig. Ministro e’ DIFFICILISSIMA)
Grazie, al prof.Omeghras, insegnante madre lingua araba, per avermi portato al raggiungimento della mia meta: riuscire a leggere e scrivere in arabo.
Tutti noi cittadini abbiamo il diritto di segnalare quello che non va nel settore pubblico, ma abbiamo il dovere di segnalare anche quello che funziona perfettamente.
Le auguro buon lavoro, con stima.
Patrizia Terranova.
Patrizia Terranova
© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI