Prefettura. Controlli interforze a Ragusa e provincia

Tempo di lettura: 2 minuti

Continuano, come concordato in sede di riunione di coordinamento interforze tenutasi in Prefettura, i servizi predisposti per verificare il rispetto della normativa vigente in materia di contenimento dell’emergenza sanitaria, disposti attraverso piani interforze provinciali che prevedono l’impiego di pattuglie delle varie Forze di Polizia ed il concorso delle Polizie Locali su tutto il territorio provinciale
Anche nell’ultimo weekend i controlli straordinari, che seguono a quelli svolti in precedenza con cadenza settimanale, che si aggiungono a quelli giornalmente garantiti dalle pattuglie delle varie Forze di Polizia, sono stati disposti con ordinanza del Questore di Ragusa ed hanno interessato il capoluogo, i comuni di Vittoria, Modica e Comiso, comprese le frazioni di competenza territoriale, nonché le zone balneari ubicate lungo tutta la fascia costiera.
I controlli interforze, hanno visto sul territorio numerose pattuglie della Polizia di Stato, dell’Arma Carabinieri, della Guardia di Finanza e delle Polizie Locali, che sin dal primo pomeriggio di venerdì scorso alle prime ore di oggi, hanno controllato le zone dei centri storici del capoluogo e dei vari comuni dove si registra una maggiore presenza di persone, prestando particolare attenzione ai lungomare e alle piazze principali delle zone balneari di Marina di Ragusa, Marina di Modica e Scoglitti, tesi alla repressione dei reati in generale nonché al fenomeno delle risse e del turbamento della sicurezza pubblica.
Contestualmente, analoghi servizi interforze hanno interessato il territorio di Comiso, sin dalla giornata del 18 giugno scorso, dove le pattuglie del locale Commissariato, della Guardia di Finanza e della Polizia Locale hanno effettuato numerosi controlli, presso le zone più a rischio di assembramenti fra giovani ragazzi, per prevenire il fenomeno delle risse, ovvero presso la villa Comunale, piazza Fonte Diana, Parco dell’Ippari, nonché per contrastare il bivacco da parte di soggetti del luogo e di cittadini stranieri nei pressi dei sagrati delle chiese Maria Santissima Annunziata e chiesa Madre Santa Maria delle Stelle. I predetti controlli sono stati estesi anche nella frazione di Pedalino.
In occasione dei citati servizi, lo scorso venerdì personale del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Comiso è intervenuto nei pressi di Piazza Fonte Diana dove era stato segnalato un soggetto in escandescenze che stava danneggiando un’autovettura parcheggiata.
L’uomo, uno straniero di 38 anni noto alle Forze dell’Ordine, immediatamente identificato dagli Agenti, è stato deferito all’Autorità Giudiziaria e dovrà rispondere del reato di danneggiamento.
Complessivamente sono state controllate 709 persone e 227 autoveicoli. Sono stati altresì controllati n. 77 esercizi pubblici, con la finalità di prevenire e contrastare l’abuso di sostanze alcoliche, spesso causa di comportamenti illegali e reati che possono turbare la sicurezza pubblica e la tranquillità dei cittadini.
I controlli straordinari interforze saranno svolti in tutti i comuni della provincia per tutta la stagione estiva, con la finalità di garantire ai cittadini ed ai turisti che presto si riverseranno sul nostro territorio, un’estate all’insegna della legalità.

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI