Flai CGIL: Ritardi dei governi regionali su comparto forestale

Tempo di lettura: 2 minuti

“Pensiamo che il settore forestale dovrebbe essere un punto di forza dei nostri territori. Non solo per gli aspetti ambientali e di sicurezza che esso può garantire, ma anche perchè può rappresentare un volano di sviluppo e di ritorno economico per  i nostri territori”. Lo sostiene Salvatore Terranova, Segretario Generale Flai Cgil Ragusa, intervenendo sui “soliti” ritardi dei governi regionali sul comparto forestale.

“Tutti sostengono questa importante funzione che il settore forestale ha in sé – dice – eppure esso è il bene che più di ogni altra cosa trascuriamo. Anzi ce ne dimentichiamo sia noi come cittadini che coloro che per mandato governativo dovrebbero invece studiare ed elaborare progetti tesi alla migliore organizzazione del comparto, da cui sicuramente potrebbe discendere maggiore sicurezza sia per i cittadini che maggiore rispetto per l’ambiente. E’ un settore quello forestale che ha la qualità intrinseca di dare un contributo all’ambiente e non a sciuparlo come altre realtà produttive e di garantire la sicurezza di ecosistemi che sono essenziali e vitali per noi essere umani e per la realtà vivente.

E’ storia ormai conosciuta come ogni anno le attività che svolgono i forestali, attività essenziali come l’anticendio e il controllo dei boschi, iniziano sempre a giugno, quando una organizzazione tesa a garantire la sicurezza dei territorio richiederebbe l’avvio di dette attività già ad inizio anno. Anche quest’anno le attività antincendio è sicuro che partiranno a giugno, proprio nei mesi dove il rischio di incendio è molto alto, sebbene sappiamo tutti che una organizzazione finalizzata alla salvaguardia dovrebbe prevedere l’attivazione delle attività di sicurezza già a gennaio-febbraio.

Ogni anno assistiamo alle solite manfrine e al solito gioco allo scaricabarile sulle responsabilità e spesso ci si riduce ad attribuire la responsabilità  dei ritardi nell’avvio agli uffici periferici che hanno in capo l’onore di completare l’iter necessario alla messa al lavoro dei forestali. Ogni anno la stessa musica, ormai pensiamo anche stonata e inopportuna”.

La responsabilità dei ritardi e i danni che da questo ne derivano sono tutte delle politica e dei vari governi che si sono succeduti negli anni, perchè nessuno di questi è mai riuscito a programmare la valorizzaione del comparto prevedendo e avviando le necessarie azioni di tutela per tempo. Nessuno di essi è negli ultimi 20-25 anni riuscito nel compito più semplice e, se volete, più banale di rendere strutturale una campagna di prevenzione e di gestione della forestale in linea con le esigenze reali dei territori, al fine di non danneggiali e renderli sicuri.

“Ci sembra pertanto qualunquistico e in malafede  – prosegue Terranova – l’atteggiamento di chi poi nei territori accolla la responsabilità del fatto che i lavoratori forestali vengano messi al lavoro in ritardo agli adempimenti cui sono sottoposti gli uffici periferici della Regione.  Noi come Flai Cgil ci asteniamo da questo giochetto demagogico di chi pensa di essere al centro del mondo e vuol apparire come colui da cui dipendono le sorti dei forestali. Per questa ragione come Flai ci sembra d’obbligo ringraziare i Dirigenti degli Uffici periferici della Regione che si prodigano per  accelerare ogni volta le procedure propedeutiche all’avvio al lavoro e tutti i funzionari degli uffici periferici che da sempre manifestano con il loro lavoro la capacità civica di capire meglio di altri l’importanza strategica del comparto forestale e di chi vi lavora. Ci sembra doveroso, in particolare, ringraziare il Direttore del Centro per l’Impiego di Ragusa, Giovanni Vindigni, per essere stato sempre disponibile ed attento alle problematiche dei forestali, molto spesso venendo incontro alle nostre richieste sindacali e dimostrando coi fatti la comprensione delle nostre rivendicazioni dando sempre un contribuito alla loro risoluzione. Anche quando abbiamo avuto nei suoi confronti posizioni diverse e confronti molto serrati sia nei toni che nel merito il Direttore ha saputo sempre assurgere ad un ruolo proficuo e di individuazione delle soluzioni”.

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI