Comibleo chiede disinfestazione e derattizzazione di Ragusa Ibla

Tempo di lettura: 2 minuti

Con l’approssimarsi della stagione estiva, è opportuno disporre la disinfestazione e derattizzazione delle aree urbane, suburbane e delle aziende agricole, al fine di prevenire la proliferazione e diffusione di insetti e roditori. E’ quanto sostiene il Comibleo in una nota consegnata brevi manu al sindaco di Ragusa. “Già numerosi cittadini – prosegue il documento – lamentano l’invasione di insetti, in particolare mosche, zanzare, blatte e la presenza di topi lungo vie e scalinate, in prossimità di abitazioni abbandonate o con affaccio sulle vallate e nel Giardino ibleo”. Nella nota, il comitato spontaneo di volontariato formato da cittadini residenti nella città antica ricorda le indispensabili misure atte a contenere la diffusione di insetti, in particolare delle mosche, che sono i principali veicoli di trasmissione di infezioni e malattie infettive, e i roditori: costante pulizia e rimozione dei rifiuti; vigilanza sul rispetto delle norme che regolano il conferimento dei rifiuti spesso abbandonati attorno ai cassonetti dei pubblici esercizi e dei cestelli sparsi lungo le aree cittadine maggiormente frequentate del centro storico, che risultano infestati di mosche e vespe attratti dagli avanzi di cibi, gelati e dolciumi vari; periodico lavaggio e disinfezione dei cassonetti della raccolta dei rifiuti solidi urbani degli esercizi pubblici e dei cestelli prima indicati che non siano trattati ma solo svuotati; svuotamento e pulizia delle caditoie stradali di intercettazione delle acque piovane da dove, oltre ad esalazioni maleodoranti, fuoriescono i topi; diserbo delle infestanti di strade, scalinate e pareti rocciose laterali; costante lotta contro le mosche delle aziende agricole dedite agli allevamenti.
“Il rispetto di tali misure – è chiarito ancora nella nota – è propedeutico alle successive operazioni di disinfestazione con l’utilizzo di idonei prodotti antilarvali che, proprio all’inizio della bella stagione, danno il migliore risultato in termini di contenimento della proliferazione e diffusione degli insetti, per cui in genere è sufficiente ripetere un secondo trattamento con normale insetticida durante la prima decade di luglio. Per quanto riguarda la derattizzazione è importante che i topi non associno i sintomi di avvelenamento con il consumo delle esche, perché altrimenti non le mangeranno e quindi non si riuscirà a limitare il problema. Ribadiamo, dunque, la necessità di disporre un efficace servizio di disinfestazione e derattizzazione con utilizzo di sostanze non tossiche e/o nocive per animali domestici e uccelli, validate dal ministero della Salute”.

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI