Lega Ragusa solidale col Presidente Confcommercio Sicilia

Il responsabile provinciale Enti locali La Rosa, in visita al presidente regionale Gianluca Manenti che sta attuando lo sciopero della fame: “Le motivazioni della protesta sono condivisibili”
Tempo di lettura: 2 minuti

Il responsabile provinciale Enti locali Lega Ragusa, Andrea La Rosa, in visita, oggi pomeriggio, nella sede Confcommercio Pozzallo, dove sta attuando la protesta dello sciopero della fame, al presidente regionale Confcommercio Sicilia, Gianluca Manenti. La Rosa, anche nella qualità di presidente provinciale del Movimento politico Sviluppo Ibleo, ha avuto modo di esternare a Manenti la propria solidarietà e quella dei gruppi politici che rappresenta, condividendo le motivazioni della protesta legate alla certezza di una data sulla riapertura, all’abbattimento del coprifuoco e all’erogazione di sostegni adeguati a tutte le imprese del settore del commercio colpite duramente dalla pandemia. “Anche se molto debilitato a causa delle privazioni dovute al cibo – sottolinea La Rosa – ho trovato il presidente Manenti molto lucido e determinato a fare sentire la voce delle categorie rappresentate. Uno sforzo non indifferente a fronte di una situazione che rischia di diventare sempre più pesante con il trascorrere delle settimane e dei mesi e che ci deve impegnare tutti, ciascuno nell’ambito del proprio ruolo, a individuare le soluzioni più adatte e adeguate alle risposte che l’economia si attende anche sul fronte delle prospettive che, al momento, sembrano essere completamente assenti”.

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI