Bellassai. I contagi a Comiso destano allarme e preoccupazione

Tempo di lettura: 2 minuti

La situazione dei contagi da covid-19 nel territorio di Comiso è davvero allarmate. I dati di queste ore, denuncia Gigi Bellassai, Vice Segretario del PD ibleo, danno un dato di 186 positivi al covid, quasi 50 nell’ultima settimana, un preoccupante rapporto di positivi ogni 1000 abitanti di 6,2 cioè lo 0,62 % della popolazione, che risulta il più alto della provincia di Ragusa. Ancora più preoccupante è la diffusione nei contagiati delle varianti del Sars-cov-2, non determinate come quella inglese , scozzese, brasiliana o sudafricana che sono più contagiose del 40%. Con questi numeri, prosegue Bellassai, l’indice locale Rt è sicuramente superiore ad 1 e quindi siamo in una situazione fortemente pericolosa, che ha visto molti ricoveri in terapia intensiva e un decesso. E’ forse il caso di porsi qualche domanda sui comportamenti impropri, sugli omessi controlli nelle ultime settimane, perchè questo dato è arrivato a 15 giorni dalle feste pasquali, dove abbiamo assistito a parecchi eccessi dei singoli cittadini, giovani e meno giovani e anche, taluni scivoloni dei nostri rappresentati istituzionali a cui oltre che parole e proclami, chiediamo esempio e senso di responsabilità. Ora appare urgente e necessario arginare questa veloce impennata della diffusione, ragionando sulla possibile attivazione seri e costanti controlli delle forze dell’ordine contro assembramenti e riunioni in tutti i luoghi pubblici e privati, con la sospensione della didattica in presenza nelle scuole, al fine di calmierare la diffusione del virus che corre e sta purtroppo dettando l’agenda, decidendo per noi, al fine consentire nel mese di maggio le riaperture in piena sicurezza grazie alla possibilità di lavorare all’aperto per molti esercizi, più colpiti, e assicurare lo sviluppo di tutte attività sfruttando pienamente ed efficacemente la stagione estiva. In questo quadro drammatico bisognerà prevedere l’attivazione di altri ristori economici locali per le categorie più colpite. Il mancato impegno da parte della Sindaca di Comiso di esercitare seriamente tutti i controlli e di prendere decisioni serie e responsabili evitando assembramenti istituzionali (addirittura una recente e inopportuna inaugurazione alla villa comunale), potrebbe portarci a chiudere tutto quando gli altri riapriranno fiaccando la nostra comunità, che sta pagando un prezzo troppo alto e rischia di far saltare la sua, già debole, coesione sociale. Speriamo, conclude Bellassai, che buon senso e lungimiranza prevalgano i chi oggi ha il potere di decidere e di assumersi la responsabilità di tutelare la salute della nostra gente.

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI