Cerca
Close this search box.

Solo colpa della pandemia? Riceviamo e pubblichiamo

Tempo di lettura: 2 minuti

Si dà la colpa alla pandemia.  Visto che ha causa del coronavirus, nel Comune di Modica  è vietato al cittadino che ha di bisogno di poter accedere in qualunque ufficio, anche se in molti posti con porte chiuse o cancelli ci sono indicati i relativi numeri telefonici per poter esporre  quello che ha di bisogno. Spesse volte   il telefono risulta occupato o la persona ricevente non lo prende. Il cittadino rimane senza nessuna risposta.

Il sottoscritto svariate volte ha telefonato per poter reclamare con qualche impiegato per la cartella di pagamento della TARI in quando  mi è arrivata  con due rate da pagare. La prima rata l’ho pagata, la seconda non mi è stato possibile pagarla. Il 29 dicembre ne ho ricevuto un’altra  da 300 euro con fattura emessa il 30 0ttobre 2020.

Ho fatto il conteggio ed ho notato che non avevano fatto la detrazione del 20% che mi spetta  perché sono possessore della compostiera domestica e non so a chi mi  devo rivolgere. Perchè se ho la possibilità di poter pagare qualche altra rata, devo ritardare e mi fanno aspettare alcuni mesi per ricevere il rimborso. Vi prego se potete fare qualche esposto da parte vostra al dirigente di codesto ramo, e il risultato comunicarlo hai cittadini tramite la vostra rete.

Con osservanza

Giovanni Amore

444498
© Riproduzione riservata

2 commenti su “Solo colpa della pandemia? Riceviamo e pubblichiamo”

  1. Non so lei quando ha fatto il contratto per la compostiera , da regolamento comunale per i contratti firmati nell’anno 2020, lo sgravio decorre dal 2021.

  2. Tonino Spinello

    Non si preoccupi Sig. Amore,
    Lei deve vivere con l’ansia di essere perseguito, a loro tanto non importa se paga regolarmente e nei tempi giusti, tanto sanno che poi con i loro avvocati e tutta la magistratura compiacente gli toglieranno quello che ha costruito con tanti anni di sacrifici. Oppure le faranno pagare quello che “voleva” pagare regolarmente con il triplo di quello dovuto. Ad un dipendente pubblico cosa vuole che gli frega del suo problema? Tanto è protetto e garantito dal suo datore di lavoro e dal suo sindacato!
    Questo è il sistema, un sistema consolidato e che la pandemia gli rende l’alibi perfetto!
    Ridurre un cittadino che vuole pagare le tasse a fare un comunicato stampa (lodevole) per questo, è troppo umiliante! Anche sentirlo!
    Forse è vero il detto che i potenti sono due: Il Re, e chi non possiede niente!
    Ma a chi non possiede niente, oggi tolgono pure l’anima, con la società “benpensante” che si compiace per questo e che ti giudica pure. Quella società che se per qualche motivo fai un gesto insano, è subito pronta ad affliggersi e a commuoversi per la tragedia consumata!
    Queste parole a molti non piaceranno, non piaceranno perché gli dici la verità, e la verità a moltissimi non piace, gli piace l’ipocrisia che non vuole vedere e sentire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Scroll to Top