Oggi si celebra la Giornata della Memoria… Per non dimenticare

Tempo di lettura: 3 minuti

Oggi si celebra la Giornata della Memoria,  76 anni dopo quel 27 gennaio del 1945 quando le truppe sovietiche dell’Armata Rossa arrivarono ad Auschwitz svelarono al mondo l’orrore del campo di concentramento, uno dei luoghi del genocidio nazista.

Un pensiero forte, per la circostanza, arriva dalla senatrice a vita, Liliana Segre, sopravvissuta alla Shoah: “Spero che l’occasione contribuisca a rinsaldare il legame civile e morale fra tutti noi. In un periodo drammatico come l’attuale ne abbiamo particolarmente bisogno”.

Le celebrazioni ufficiali si terranno al Quirinale, alla presenza del capo dello Stato, Sergio Mattarella, e del premier dimissionario Giuseppe Conte. Iniziative per ricordare il genocidio del popolo ebraico si svolgono in Italia e in tutta Europa: nelle scuole, in Parlamento, nei Comuni, nelle tv. Molti degli eventi si terranno in forma virtuale e online a causa della pandemia di Covid-19.

“Mentre ero ad Auschwitz per un attimo vidi una pistola a terra, pensai di raccoglierla. Ma non lo feci”. Le parole di Liliana Segre, pronunciate a ottobre alla Cittadella della pace di Rondine (Arezzo), risuonano pesantissime. “Capii che io non ero come il mio assassino. Da allora sono diventata donna libera e di pace”.

Il Giorno della Memoria è stato istituito il primo novembre 2005 dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite. In Italia la giornata commemorativa è stata invece istituita per legge nel 2000 in ricordo delle vittime dell’Olocausto e delle leggi razziali, nonché di coloro che hanno protetto i perseguitati ebrei a rischio della propria vita e di tutti i militari e politici italiani deportati nella Germania nazista. Il significato della giornata può essere sapientemente racchiuso nelle parole di Primo Levi “Se comprendere è impossibile, conoscere è necessario, perché ciò che è accaduto può ritornare, le coscienze possono nuovamente essere sedotte ed oscurate: anche le nostre”.

A Modica  la Giornata della Memoria sarà ricordata con un’iniziativa patrocinata dal Comune con la conferenza sul tema ” Ebrei in Sicilia, una storia antica”, in diretta alle  17, sulle pagine Facebook del Museo Civico. L’ idea è dell’Associazione VIA e la realizzazione, nell’ambito della programmazione del Museo Civico ” Franco Libero Bel giorno”, è dell’ Associazione Culturale Herakles che ha curato la grafica, la promozione e la regia dell’ evento. La conferenza on line consentirà di raccogliere il senso della memoria che con il passare degli anni e con l’esaurirsi di testimonianze dirette, diventa sempre più rilevante. “Necessario commemorare perchè il «non dimenticare»  – spiega l’assessore alla Cultura, Maria Monisteri,  – ci consenta di lavorare sempre di più in un’ottica inclusiva e di accoglienza.” Saranno svolti durante la trasmissione due temi sulle comunità giudaiche in Sicilia grazie agli interventi, coordinati da Sabrina Tavolacci, del dottore Moshe Ben Simon e dell’ archeologo Giovanni Di Stefano, Direttore onorario del Museo.

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

16 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI