Politici sudafricani sulla graticola, accusati di incompetenza.

Tempo di lettura: 2 minuti

In Sudafrica aumentano le proteste a causa dell’incompetenza manifesta all’interno della classe politica del paese. Note dolenti coincise con la paralisi dell’attività economica acuitasi con  l’avvento del Covid-19, anche se il paese navigava in acque tempestose prima dello scoppio della pandemia. Situazione aggravatasi con il declassamento dello stato del credito, ormai ridotto a spazzatura dalle agenzie di rating  che si esprimono sulle reali capacità del paese di pagare o meno i propri debiti. Le cifre parlano chiaro. Più di tre milioni di persone hanno perso il lavoro per la chiusura delle aziende con conseguente forte riduzione delle entrate tributarie calcolato per il 2020 di circa 9 miliardi di euro. A peggiorare le cose, le nomine di funzionari pubblici incompetenti con le ovvie ricadute sulla capacità del governo di svolgere il proprio lavoro: si tratta di un numero considerevole di persone, non qualificate, per i compiti loro assegnati. La società civile punta il dito contro la mancanza di professionalità dei ministri in carica “devono essere sostituiti, in quanto il paese, specie in questo grave momento, ne ha urgente bisogno”.

Il presidente Ramaphosa riferisce in Parlamento della grave crisi del Paese

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI