Il Messico avanza richiesta asilo politico Assange “Wikileaks”

Tempo di lettura: 2 minuti

Andrés Manuel López Obrador, presidente messicano ha detto che invierà nel Regno Unito funzionari del governo per richiedere la concessione dell’asilo politico al fondatore di Wikileaks Julian Assange. “Va ricordato che il Regno Unito non ha finora autorizzato l’estradizione negli Stati Uniti di Assange”,  ha detto López Obrador nella sua consueta conferenza stampa quotidiana. Il giudice britannico Vanessa Baraitser, ha giustificato la decisione in quanto esiste un rischio reale di suicidio se Assange venisse rinchiuso in una prigione di massima sicurezza statunitense.  Il presidente che  ha motivato la sua proposta con la tradizione messicana di ospitare rifugiati politici come repubblicani spagnoli o sudamericani fuggiti dalle dittature nel 20 ° secolo,  è favorevole alla concessione della grazia al fondatore di Wikileaks perché è un giornalista e merita una possibilità. “Non solo, chiederò al Segretario degli Affari Esteri di avviare tutte le procedure necessarie per offrire asilo politico ad Assange” ha detto Obrador. Gli Stati Uniti hanno incriminato il 49enne australiano su cui pendono 18 capi d’accusa per la diffusione da parte di WikiLeaks di documenti militari riservati e cablogrammi di diplomatici statunitensi, mettendoli in pericolo di vita. La proposta messicana arriva due settimane prima che il democratico Joe Biden assuma la carica di presidente, nonostante  López Obrador abbia impiegato settimane prima di riconoscerne ufficialmente la vittoria elettorale.

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI