Bolsonaro riapre alcuni punti di confine con Paraguay

Tempo di lettura: 2 minuti

Lo stato del Paranà ha riaperto oggi, dopo sette mesi di lockdown, alcuni punti di confine con il Paraguay, ubicati nella parte meridionale del Brasile. La riapertura ha interessato tre aree nevralgiche tra cui il Ponte dell’Amicizia punto strategico per la circolazione delle merci che collega Foar do Iguau con Ciudad del Este. Il presidente Bolsonaro ha dichiarato che si tratta di un primo passo verso una graduale riapertura delle frontiere, a condizione che siano rispettatati i requisiti di controllo sanitario per evitare l’espandersi del Covid-19. Non si sono fatti attendere i ringraziamenti del presidente paraguaiano Mario Adbo Benítez, manifestati attraverso un tweet. “E l’inizio della rinascita economica dell’area” ha detto. Il governo paraguaiano era stato sottoposto a grandi pressioni da parte della popolazione di confine che chiedeva la riapertura di alcuni check point per consentire la ripresa degli scambi commerciali, interrotti a fine marzo. Con il decreto legge firmato da Bolsonaro gli ingressi in Brasile sono concessi solo ed esclusivamente a cittadini venezuelani e paraguaiani. Altri stranieri che intendessero arrivare in Brasile via terra o via mare, l’ingresso al paese verrà loro negato. Il Paraguay dal canto suo concede il transito nel paese ai cittadini brasiliani dalle 5 del mattino alle 14, i quali però devono  obbligatoriamente rivalicare il confine entro la mezzanotte dello stesso giorno.

 

(foto Ponte dell’Amicizia sul Rio Paranà)

guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI