Modica, Rita Floridia. Treno anche nei festivi. Si può fare!

Tempo di lettura: 2 minuti

Dal 12 luglio al 6 settembre è stato possibile viaggiare in treno anche le domeniche e i festivi grazie al servizio di Trenitalia “Barocco Line”, con moderni treni Minuetto. “Per il territorio, afferma il Consigliere Capogruppo Rita Floridia, è stato un grande risultato, frutto dell’impegno delle amministrazioni locali, della Regione Siciliana e del Comitato dei pendolari, soprattutto se si considera che Trenitalia da 10 anni non effettuava servizio nei giorni festivi nella tratta ferroviaria Siracusa-Gela-Canicattì. Significativo l’apprezzamento di turisti e residenti, molti dei quali sono tornati a salire sul treno dopo tanto tempo o hanno fatto la loro prima esperienza sulla nostra tratta: quando un servizio è ben organizzato e funzionale, infatti, non può che essere ben accolto, soprattutto in un’area che sconta da anni una grave carenza in termini di trasporto pubblico locale. Anch’io ho provato personalmente il nuovo servizio con un gruppo di amici in una gita a Donnafugata, prosegue Floridia, potendo ammirare le meraviglie del territorio dai finestrini del Minuetto, un treno con ambiente climatizzato, confortevole e dal design gradevole, dotato di prese elettriche e attrezzato per disabili e trasporto bici. Il Barocco Line si è rivelato per Modica un’opportunità soprattutto per il turismo: sono stati numerosi infatti i gruppi di visitatori, associazioni e singoli cittadini che hanno raggiunto in treno la nostra città, il cui centro storico è a pochi passi dalla stazione. Ovviamente si sarebbe potuto fare di più: se da un lato infatti il Barocco line era organizzato con una cadenza oraria regolare in tutte le fasce orarie della giornata, dall’altro sarebbero state molto utili delle migliori coincidenze da e per Catania. Inoltre questo servizio ferroviario pensato per i festivi è stato attivo fino al 6 settembre e, dunque, per il momento è sospeso. Forti soprattutto della risposta positiva, occorre ripristinare le corse nei festivi, sia a supporto del turismo, sia per chi deve raggiungere le sedi di studio o di lavoro la domenica. Ovviamente non solo da Siracusa a Donnafugata (com’è stato per il Barocco Line), ma anche fino a Caltanissetta e Palermo. C’è anche un’altra questione: dalla provincia di Ragusa non è ancora possibile raggiungere Catania con un treno diretto, senza cambio a Siracusa, così come non esistono coincidenze per Agrigento. In un momento storico in cui tutta l’Europa punta alla mobilità sostenibile e in nome del turismo come strategia territoriale, non possono non esistere dei collegamenti ferroviari efficienti tra la nostra città e Catania o Agrigento. Come capogruppo consiliare di maggioranza e supportata da tutta l’amministrazione comunale, faccio appello alle amministrazioni locali del territorio perché si possa lavorare congiuntamente e insieme a Trenitalia e ai comitati, per riattivare i treni la domenica lungo la Siracusa-Gela-Caltanissetta, realizzare un collegamento diretto per Catania da Ragusa (soprattutto in vista dell’apertura della nuova fermata ferroviaria all’aeroporto di Fontanarossa) e creare buone coincidenze per Agrigento”.

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI