Gli italiani faticano ad arrivare a fine mese…di Giannino Ruzza

Tempo di lettura: 2 minuti

Risorti dalle macerie della Seconda Guerra Mondiale, l’imperativo per le famiglie italiane era possedere la prima casa. Per questo oggi nel nostro Paese il 92% delle famiglie vive in una casa di proprietà. Da allora la società italiana si è caratterizzata per un crescente risparmio privato. Dunque, cercheremo di comprendere il motivo di alcune incongruenze. La metà delle famiglie dichiara di non riuscire a sbarcare il lunario. Secondo l’EURISPES circa 30 milioni di italiani non arrivano a fine mese. L’Italia però è il terzo mercato al mondo per gli smartphone di alta gamma. Inoltre, l’UNRAE informa che nel 2019 le immatricolazioni di auto nuove dei marchi premium sono raddoppiate. Allora, perché 30 milioni di italiani non arrivano a fine mese?  Di recente si è visto che è possibile richiedere un acconto della pensione per motivi di salute o per acquistare la prima casa. Dati  COVIP rivelano che sempre più spesso in realtà le richieste di anticipo servono solo a fare cassa e aumentare la liquidità nel conto corrente.   Negli anni è cresciuto anche il patrimonio accantonato dalle famiglie che ha superato i 70 mila  euro pro capite.  L’eccessivo ottimismo ha portato molte persone a ricercare un tenore di vita insostenibile e l’atteggiamento reciproco ha creato un circolo vizioso. L’esigenza di ostentare il benessere economico in un periodo di recessione ventennale ha rovesciato gli equilibri e sta piano piano erodendo il risparmio accumulato.  Spesso lo stipendio non basta più, buona parte serve per pagare rate di prestiti e finanziamenti. Molte famiglie dopo aver contratto debiti per pagare vacanze, auto nuove, vestiti, trovano insostenibili le rate da pagare. Lo stato dell’economia di certo non aiuta: redditi in stagnazione con gli italiani  in costante crisi di liquidità.  Le famiglie cercano soluzioni nei prestiti o nelle cessioni del quinto. Tutto ciò peggiora la situazione con il risultato di erodere sempre più quanto accantonato dalle (formiche) ovvero,  le nostre generose precedenti generazioni. La società italiana, dunque, si sta sempre più spaccando tra due distinte categorie economiche: le famiglie autosufficienti e quelle in perenne affanno. Esiste poi anche l’esercito dei finti poveri, ma quello è un altro discorso.

guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI