Stupro’ una donna. Vittoriese condannato a sette anni

L’imputato dovrà risarcire la vittima per i danni
Tempo di lettura: 2 minuti

Il Giudice per l’Udienza Preliminare  del Tribunale di Ragusa, Ivano Infarinato,  ha condannato, col rito abbreviato, subordinato alla perizia psichiatrica, a sette anni di reclusione, Sergio Palumbo, 27 anni di Vittoria, accusato di violenza sessuale aggravata, sequestro di persona e rapina ai danni di una concittadina trentunenne. I fatti riguardavano la  notte tra il 31 agosto e il 1 settembre dell’anno scorso.

Il giovane  è stato anche condannato al risarcimento dei danni causati alla vittima da liquidarsi in separata sede. Alla donna è stata riconosciuta una provvisionale di 30 mila euro.

Il pubblico ministero, Marco Rota, aveva chiesto la condanna a 7 anni e 4 mesi. La parte civile si è adeguata alle richieste dell’accusa mentre le difese hanno chiesto assoluzione e in subordine il fatto di minore gravità, il minimo della pena, il riconoscimento della semi infermità mentale e applicazione delle attenuanti generiche oltre ad una misura meno afflittiva con arresti domiciliari e braccialetto elettronico. Due i professionisti incaricati di redigere la perizia psichiatrica; il dottor Gugliotta, nominato dagli avvocati di Palumbo, e il dottor Sapienza, nominato invece dal magistrato. Il nodo della questione era stabilire se Palumbo al momento dei fatti fosse nel pieno delle sue facoltà mentali e fosse capace quindi di intendere e volere. Palumbo  era presente in aula.  Ha assistito all’udienza anche la parte offesa. Il giudice non ha ritenuto applicare semi infermità mentale e non ha applicato attenuanti generiche, considerando invece la recidiva.  «Le ferite dell’anima sono profonde», dice l’avvocato della donna, «ha il cuore lacerato ed è ancora estremamente ferita; la sentenza non allevia il dolore del ricordo di quanto avvenuto».

guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
  • Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
Riproduci video
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI