Omicidio Lucifora. Negata la libertà al carabiniere indagato

Modica. Il Riesame rigetta la richiesta di scarcerazione dei difensori
Tempo di lettura: 4 minuti

Resta rinchiuso nel carcere di Caltagirone il carabiniere sospeso dal servizio Davide Corallo(foto), 39 anni, originario di Modica ma residente a Giarratana, arrestato dai suoi stessi colleghi nell’ambito delle indagini sull’omicidio del cuoco modicano di 57 anni Peppe Lucifora. I giudici del riesame hanno, difatti, rigettato la richiesta di remissione in libertà e, quindi, l’annullamento dell’ordinanza del giudice per le indagini preliminari del tribunale di Ragusa avanzata dai difensori dell’indagato, che avevano in alternativa chiesto una misura meno afflittiva, tra cui gli arresti domiciliari. L’uomo, in carcere dallo scorso 15 giugno, è al momento l’unico indagato nel delitto. Lucifora fu trovato privo di vita lo scorso mese di novembre nel suo appartamento al quartiere Dente.

guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
  • Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
Riproduci video
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI