Ragusa, morì una santacrocese. Assolti medici dell’Ospedale Civile

Tempo di lettura: 2 minuti

Si è chiuso con l’assoluzione di tre medici dell’Ospedale Civile il processo per la morte di una donna di Santa Croce Camerina, G.Z., 67 anni, avvenuta nel nosocomio di Piazza Caduti di Nassyria il 7 aprile del 2014. Secondo la pubblica accusa i sanitari che l’avevano visitata 5 giorni prima, anzichè dimetterla, avrebbero dovuto trattenerla in osservazione, considerato presentava un quadro clinico importante, con quattro patologie. La donna era tornata in ospedale il 6 aprile ma il giorno dopo era deceduta. L’accusa per i tre medici era di omicidio colposo: due erano in servizio al Pronto Soccorso mentre il terzo era urologo. Si tratta di Salvatore Pino, 69 anni, ex primario del Pronto Soccorso,  Daniele Rosso,  55 anni, e Carlo Iurato, 50 anni,  in servizio nella divisione di urologia. Al primo ricovero la santacrocese lamentava un calcolo renale e per questo era stata chiesta la consulenza di Iurato.  La sentenza assolutoria “il fatto non sussiste” è stata emessa  dal giudice unico del Tribunale di Ragusa, Elio Manenti. Anche il pubblico ministero si era espresso in questo senso.

guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
  • Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
Riproduci video
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI