Fumarole, Confagricoltura: “Plauso alla Polizia Provinciale”

Capillari controlli e sanzioni nelle campagne ragusane
Tempo di lettura: 2 minuti

Confagricoltura Ragusa, attraverso il suo presidente Antonino Pirrè, esprime il proprio plauso nei confronti del Nucleo Ambientale della Polizia Provinciale di Ragusa che, negli scorsi giorni, ha denunciato 4 titolari di aziende agricole nelle campagne di Scicli, Ragusa e Vittoria.

All’interno dei controlli preventivi contro l’incenerimento indiscriminato dei rifiuti agricoli derivanti dalla dismissione degli impianti serricoli, per smaltimento non autorizzato di rifiuti speciali, per violazione al Codice ambientale e per immissione di fumi nocivi in atmosfera, si è proceduto alla denuncia a carico di ignoti per incendio doloso di rifiuti speciali in contrada Cancellieri, nelle campagne di Scicli; inoltre 12 titolari di aziende agricole, che hanno di recente dismesso gli impianti serricoli e accatastato i rifiuti nei propri terreni, sono stati formalmente diffidati a non procedere al rogo dei rifiuti e a smaltirli tramite ditte autorizzate.

“Grazie alla Polizia Provinciale di Ragusa – dichiara il presidente Pirrè – per l’encomiabile lavoro a tutela della nostra comunità provinciale. Come Confagricoltura Ragusa siamo da sempre in campo, al fianco delle istituzioni, per sensibilizzare gli imprenditori agricoli a desistere da queste pratiche illecite che danneggiano la salute di tutti. Ben vengano i controlli e le sanzioni che auspichiamo continueranno nelle prossime settimane, al fine di debellare questo odioso fenomeno”.

guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
  • Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
Riproduci video
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI