Condanna per Saro Greco. Vittoria, rabbia dei genitori dei bimbi

“Mi vergogno di essere italiana. Greco condannato a nove anni, noi condannati a vita”. Lo ha dichiarato la mamma di uno dei cuginetti uccisi da Saro Greco, il pregiudicato vittoriese che l’11 luglio del 2019 travolse e uccise col suo Suv, Simone e Alessio D’Antonio, i due bambini che stavano giocando vicino casa. Rabbia e delusione da parte dei quattro genitori dopo la sentenza del Gup di Ragusa, Ivano Infarinato, che ha inflitto a Greco nove anni di carcere, col rito abbreviato. “I ministri si sveglino, gli italiani si sveglino, non si può fare una legge così. Giorno 29 mio figlio avrebbe compiuto 12 anni. Non si può accettare il rito abbreviato, ieri ci lamentavamo del pm, che aveva chiesto appena 10 anni, ma è stato il giudice a non fare il proprio lavoro. Così non gli ha dato la pena per quel che ha fatto, da 18 è stata abbassata a 9 anni».

La condanna ripropone il problema della commisurabilità della pena al reato di omicidio stradale. “Il problema di questa vicenda – dice il legale dei due genitori D’Antonio, Daniele Scrofani – non è la pena ma la legge. Il caso è stato trattato come omicidio stradale, seppure con l’aggravante per l’imputato dell’alterazione psicofisica dovuta all’utilizzo di sostanze alcoliche e stupefacenti. L’insoddisfazione dei genitori per la condanna a 9 anni dell’autore è sul fatto che il sacrificio dei loro figli sarebbe stata un’occasione per modificare la normativa e prevedere un’ipotesi diversa, intitolando la nuova legge ai cuginetti come hanno promesso molti politici che sono venuti a Vittoria dopo l’incidente. Chiaramente per i familiari qualsiasi pena non è rispondente alla loro doverosa sete di giustizia”.

ll Comune di Vittoria ha chiesto un risarcimento danni da un milione di euro, somma che andrà, quasi certamente, in beneficenza. «No comment – le prime parole delle difese di Greco rappresentate dagli avvocati Salvatore Citrella e Nunzio Citrella dopo la pronuncia della sentenza -. Attendiamo di leggere le motivazioni».

  • Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
Riproduci video
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI