Cantonata M5S Ragusa su clandestini. Gurrieri chiede confronto

“Ho auspicato un cambio di rotta per cercare di restare il più possibile aderenti alla realtà e alle problematiche che vivono i cittadini ogni giorno e che attanagliano da anni il territorio. Fermarci alla sola lotta politica lo trovo riduttivo e poco utile anche rispetto all’impegno che hanno chiesto, a ciascuno di noi, i nostri elettori. Per questo motivo chiedo la possibilità di avviare un confronto interno nel gruppo consiliare del Movimento 5 Stelle di Ragusa per poter così pianificare una strategia politica che sia più concreta e più vicina ai bisogni della gente”. Sono queste le parole con cui il consigliere comunale M5S Giovanni Gurrieri, chiede ai colleghi di gruppo di avviare un sereno confronto all’interno della riunione già programmata questa sera dopo la seduta del Consiglio comunale.
L’ultimo comunicato stampa diffuso dal capogruppo del Movimento 5 Stelle di Ragusa, riguardante la possibile presenza di clandestini al porto turistico di Marina di Ragusa, notizia smentita dallo stesso capogruppo appena dopo qualche ora e con il conseguente chiarimento della società che gestisce il porto da una parte e del sindaco Cassì dall’altra, ha posto la necessità di effettuare un deciso passaggio interno.
“Non mi rimane altro che prendere le distanze da quella nota soprattutto perché non ne ero assolutamente a conoscenza – spiega Gurrieri – ed essendo un argomento decisamente delicato, mi sarei aspettato innanzitutto un confronto anche semplicemente via chat, come spesso facciamo, ma soprattutto notizie certe da diffondere alla stampa e dunque alla cittadinanza, piuttosto che poi fare una rettifica che di certo non ci ha fatto fare bella figura. Ma questa vicenda è solo uno dei tanti aspetti su cui, a questo punto, è diventato necessario avviare un confronto ulteriore per ridefinire, se ci saranno le condizioni opportune, un progetto politico che al momento rischia di navigare a vista. Serve una linea chiara e serve individuare obiettivi politici su cui andare a lavorare, piuttosto che lasciarsi andare all’emotività del momento su determinati argomenti, alcuni, ripeto, decisamente delicati soprattutto in questa particolare fase che tutti noi stiamo vivendo e su cui non è possibile di certo permettersi alcun errore”.

guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
  • Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI