M5S Ragusa sull’ordine del giorno relativo a Cava dei Modicani

Il gruppo consiliare del Movimento Cinque Stelle Ragusa ha trasmesso in queste ultime ore un ordine del giorno al presidente del Consiglio comunale, Fabrizio Ilardo, avente a oggetto la ventilata creazione di una nuova vasca nel sito di Cava dei modicani.

“Le recenti decisioni assunte dalla Regione e dalla Srr – è scritto nel documento firmato dai consiglieri Sergio Firrincieli, Antonio Tringali, Zaara Federico, Giovanni Gurrieri e Alessandro Antoci – riguardo alla realizzazione di una nuova vasca, la quarta a Cava dei modicani, destano grande preoccupazione su tutto il territorio comunale. La natura geologica del sito (carsico) potrebbe, tra l’altro, determinare infiltrazioni e contaminazioni delle falde acquifere. Un danno ambientale e sanitario che il nostro comune, tra i più virtuosi nel differenziare, conferire e nella partecipazione economica ai costi, non può accettare. Per queste ragioni, il gruppo consiliare M5s Ragusa chiede, con l’odg, di impegnare il sindaco ad attuare tutte le misure concrete possibili, sia presso la Regione Sicilia, sia presso la Srr, a tutela del territorio del Comune di Ragusa, già sede della discarica con relativo impianto Tmb e impianto di compostaggio, e a impedire la realizzazione di una nuova vasca (quarta vasca) per i motivi che abbiamo esposto. Chiediamo, altresì, che le predette misure possano essere discusse in Consiglio comunale entro la prima data utile”.

“Su questa delicata questione – sottolinea il gruppo consiliare M5s Ragusa – non sembrano esserci idee molto chiare a Palermo. E per tale ragione è necessario che anche il civico consesso possa affrontare la problematica nelle varie sfaccettature per assumere una posizione che secondo noi dovrà essere univoca. Non si può continuare a subire, ancora una volta, la dittatura palermitana rispetto a scelte che diventano cruciali per il futuro del nostro territorio. Tra l’altro, la realizzazione di una quarta vasca nel sito in questione andrebbe decisamente a cozzare con quella che è stata l’estensione, decisa anni fa, del Parco degli Iblei che va proprio a lambire l’area di cui stiamo parlando. Ecco perché, secondo noi, è una scelta che non sta né in terra né in cielo e che deve essere immediatamente revocata. Per quanto riguarda la presa di posizione del sindaco, ci permettiamo di sottolineare una forte preoccupazione. Visto che non ha saputo gestire la questione dell’autorizzazione Aia assieme agli altri sindaci, circostanza che ci ha portato al momento a non potere disporre della Cava dei Modicani, non vediamo perché dovrebbe essere differente per quanto riguarda quest’altro aspetto della complicata vicenda. Ci vogliono atti concreti, non belle parole sui social. Siamo qui e restiamo in attesa di vedere quali passi in avanti saranno compiuti”.

  • Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
Riproduci video
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI