Gurrieri (M5S Ragusa) in una lettera aperta alla città

Questa la lettera aperta alla città che il consigliere comunale M5s, Giovanni Gurrieri, ha diffuso questa mattina a proposito di alcune novità che riguardano il centro storico di Ragusa superiore:

“La notizia della riapertura della storica libreria Paolino di corso Vittorio Veneto è da leggere, in questo momento particolare, come un messaggio di rinascita del cuore della città rivolto a tutti coloro che vogliono rendersi protagonisti di questo riscatto. A maggior ragione perché ciò avviene nel bel mezzo della più grande crisi sanitaria ed economica dal dopoguerra ad oggi. E’ un grande atto di coraggio, un richiamo a chi ha bisogno di stimoli, da parte di chi crede che non bisogna mollare perché non è vero che tutto è perduto, ma attende un rilancio condiviso e strutturato. In questi anni, ho assistito a un braccio di ferro tra pubblico e privato, relegato a due argomenti principali: il piano particolareggiato e la viabilità riguardante, soprattutto, via Roma: aperta o chiusa? Anni di discussioni, iniziative, annunci, progetti e tanti silenzi, i quali trovano sfogo in iniziative autonome, interessanti e ben fatte, ma slegate tra loro. Ecco perché affermo che sarebbe opportuno, considerato il momento critico che stiamo vivendo in questi mesi, resettare tutto e avviare una seria discussione affrontando i temi più importanti, fare in modo che si torni a investire nel centro storico, che diventi il quartiere residenziale per i più giovani, permettendo loro di restaurare e agevolmente gli immobili che la stragrande parte delle famiglie ragusane possiede: immobile che possa essere smart e slow, vivibile e rispettoso dell’ambiente, espressione di cultura e accogliente. Abbiamo la grande fortuna di avere ereditato due centri storici, per appena ottantamila abitanti: facciamo di questi dualismi il nostro punto di forza, come la storia ci insegna. Questo momento ci sta dando una grande lezione di vita, facendoci capire l’importanza dei rapporti umani e la forza che esprime un territorio e tutto ciò caratterizzerà anche il turismo dei prossimi anni. Ritengo essenziale ripartire da ciò che abbiamo, che non è poco, ma è imprescindibile iniziare ad assumere decisioni precise e specifiche sulle questioni più importanti. Vedremo, allora, quali potranno essere gli effetti concreti. Se il rischio, però, deve essere lasciato solo a chi ha coraggio, non siamo ancora pronti per affermare che sono maturi i tempi per l’avvio di un riscatto comune. Secondo me occorre ripartire da qui: ora o mai più”.

guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
  • Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
Riproduci video
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI