Fava querela il giornalista modicano Paolo Borrometi

Il presidente della Commissione Regionale  Antimafia, Claudio Fava, ha querelato, su mandato dell’organismo, il giornalista modicano, Paolo Borrometi. Fava lo aveva annunciato. Solo le scuse pubbliche entro lunedì scorso, avrebbero evitato il ricorso alla querela nei confronti di Paolo Borrometi (sotto scorta per le minacce ricevute dalla mafia), ascoltato mesi fa dall’organismo parlamentare nell’ambito dell’inchiesta sul ciclo dei rifiuti nell’Isola. «Borrometi ci ha accusati, in un post su Facebook, di aver detto falsità nei suoi confronti» aveva lamentato  Fava. Il giornalista modicano, direttore del blog «La spia», era stato nei mesi scorsi audito dall’Antimafia, insieme con altri cronisti, perché nel 2015 si era occupato della questione rifiuti, in particolare a Scicli, Comune poi commissariato.

A una domanda dell’Antimafia sulle ragioni per cui a quel tempo non avesse dato notizia di un manifesto a sostegno del sindaco di Scicli Francesco Susino, firmato da intellettuali, Borrometi aveva detto di ricordare che la pubblicazione era avvenuta e che avrebbe fatto pervenire all’Antimafia l’articolo in questione.

«I funzionari della Commissione – aveva osservato Fava – l’hanno più volte sollecitato a spedire il testo, ma senza esito. L’ultima telefonata risale alle 11.11 del 2 marzo scorso. Alle 11.57 l’articolo – fino a quel momento introvabile – compare nell’archivio del sito».  «Da qui l’accusa di falso lanciata da Borrometi contro la Commissione. Ma da una banale analisi informatica è parso chiaro che la pubblicazione era avvenuta proprio quel giorno, dopo la telefonata, ed era stata retrodatata di cinque anni, cioè al periodo in cui sul blog comparve in forma integrale un’interrogazione parlamentare dell’allora senatore del Pd Giuseppe Lumia, che accusava l’amministrazione di Scicli di essersi macchiata di gravi reati nella gestione dei rifiuti”. La vicenda ipotizza reati di falso e diffamazione.

L’ordine dei giornalisti di Sicilia aprirà un fascicolo per mano del consiglio di disciplina.

guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

49 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
  • Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
Riproduci video
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI