Fava querela il giornalista modicano Paolo Borrometi

49
8435
Il presidente della Commissione Regionale  Antimafia, Claudio Fava, ha querelato, su mandato dell’organismo, il giornalista modicano, Paolo Borrometi. Fava lo aveva annunciato. Solo le scuse pubbliche entro lunedì scorso, avrebbero evitato il ricorso alla querela nei confronti di Paolo Borrometi (sotto scorta per le minacce ricevute dalla mafia), ascoltato mesi fa dall’organismo parlamentare nell’ambito dell’inchiesta sul ciclo dei rifiuti nell’Isola. «Borrometi ci ha accusati, in un post su Facebook, di aver detto falsità nei suoi confronti» aveva lamentato  Fava. Il giornalista modicano, direttore del blog «La spia», era stato nei mesi scorsi audito dall’Antimafia, insieme con altri cronisti, perché nel 2015 si era occupato della questione rifiuti, in particolare a Scicli, Comune poi commissariato.

A una domanda dell’Antimafia sulle ragioni per cui a quel tempo non avesse dato notizia di un manifesto a sostegno del sindaco di Scicli Francesco Susino, firmato da intellettuali, Borrometi aveva detto di ricordare che la pubblicazione era avvenuta e che avrebbe fatto pervenire all’Antimafia l’articolo in questione.

«I funzionari della Commissione – aveva osservato Fava – l’hanno più volte sollecitato a spedire il testo, ma senza esito. L’ultima telefonata risale alle 11.11 del 2 marzo scorso. Alle 11.57 l’articolo – fino a quel momento introvabile – compare nell’archivio del sito».  «Da qui l’accusa di falso lanciata da Borrometi contro la Commissione. Ma da una banale analisi informatica è parso chiaro che la pubblicazione era avvenuta proprio quel giorno, dopo la telefonata, ed era stata retrodatata di cinque anni, cioè al periodo in cui sul blog comparve in forma integrale un’interrogazione parlamentare dell’allora senatore del Pd Giuseppe Lumia, che accusava l’amministrazione di Scicli di essersi macchiata di gravi reati nella gestione dei rifiuti”. La vicenda ipotizza reati di falso e diffamazione.

L’ordine dei giornalisti di Sicilia aprirà un fascicolo per mano del consiglio di disciplina.

49 Commenti

  1. “Fusse che fusse la volta bona”..
    Tutta la vicenda è un “puzzle” da ricomporre pezzo dopo pezzo . .
    Da anni commento e ritorno a commentare su questo sito , e tante volte il moderatore è stato raggiunto da telefonate per rimuovere i miei commenti , pena la querela ( chiamasi queste intimidazioni !) .
    Se dovesse accadere anche questa volta , PREGO il commentatore di ignorare le “preghiere” . .
    Mi assumo le mie responsabilità (eventuali ) e son pronto alla “difesa ad oltranza” , da eventuali querele .
    Pronto ad affrontare , con il”gladio” della Verità in mano chicchessia .
    Pronto ad affrontare qualsiasi Tribunale ( TERZO ) , qualsiasi commissione eventuale od anche il Capo di Stato Sergio Mattarella .
    Non se ne può più . . . a tutto c’è un limite !

  2. Non escludo che in Tribunale tutto possa sgonfiarsi come una bolla di sapone .
    Ma se non si comincia a far luce , nell’ombra , rischiamo di restare accecati da una stella di stagnola .
    Chi sa dirmi tra scorta e scolta quanti uomini delle Forze dell’Ordine , vengono distratti da servizi dedicati ai cittadini ?
    Qual’è il costo medio mensile complessivo di un tale spiegamento di uomini e mezzi ?

  3. . . . . SENZA PAROLE . . . .
    ” Chi d’arma ferisce , d’arma perisce ” . .

  4. Vi prego. Non diamo giudizi sommari. La cosa che più dispiace è il fatto che i gruppi criminali in questo momento gioiscono per una diatriba che avrebbe potuto essere chiarita in altra sede perché sono convinto che è nato tutto da qualche equivoco.

  5. Ho ascoltato quanto detto da Fava sulla vicenda e pur non condividendo le sue idee politiche trovo che abbia fatto bene a querelare Borrometi perché la sua accusa di falsità è molto grave ed è necessario fare chiarezza.

  6. Comunque vada, la mafia ringrazia. Una bega personale diventa un boomerang contro la lotta alla mafia. Non credo proprio che lo scioglimento del comune di Scicli, sia dovuto alle dichiarazioni di un giornalista, se così fosse, si metterebbe in discussione tutto il sistema e lo stato; sono sicuro che ci siano state motivazioni ben più importanti che hanno determinato quello scioglimento e poi, così come è previso da qualsiasi stato democratico ha portato ad un processo che ha scagionato le ipotetiche accuse (meglio così direi). Non credo assolutamente che l’Italia sia ridotta così male, la democrazia è ben vigile, altrimenti Fava farebbe bene anzichè querelare una singola persona (giornalista per giunta) dovrebbe attaccare un sistema, considerato che stiamo parlando di un parlamentare regionale e presidente della commissione antimafia facendosi spiegare (e spiegando a tutti noi) come si fa a sciogliere un comune solo per mere voci di cortile o dichiarazioni di un giornalista. Pietose le dichiarazioni di cittadino e terrorista.

  7. @ carmelp ruta :
    Sinceramente la sua mi sembra un azione di “buonismo” , e conoscendola spero in buona fede .
    Non c’è equivoco , palese quanto certo .
    Un amico giornalista è dell’opinione che Paolino poteva starsene zitto e non replicare .
    Ma la sua prosopopea è travalicante ed ora si trova in “fondo al sacco”, l’ha voluta e se la tiene . .

  8. “Paolino” non ha mai affrontato i comportamenti mafioso-delinquenziali nella sua città .
    E dire che si fregia di essere un “giornalista d’inchiesta”.
    Si è mosso col passo della volpe , fare danno lontano dalla tana .
    Ma l’ingordigia della volpe , l’ha portato a lasciarci la zampa attaccata alla tagliola .

  9. Un carissimo amico , economista , mi fa presente che per il territorio si potrebbe ora aprire una fase nuova .
    Fa riferimento agli anni ’80 ( qualche anno successivo all’omicidio Impastato ) , epoca in cui a Modica cominciarono a vedersi particolari azioni d’investimenti finanziari .
    Per sicuro, se “alcuno” non avrebbe fatto spostare ( 31 gen 93 ) l’Eccellentissimo Prefetto Prestipino Giarritta , ora non ci troveremmo ad assistere ad una strisciante mafia locale .
    Nei fatti pian pianino , passo dopo passo hanno messo “le mani sulla città”.

  10. A qualcuno dava fastidio avere una Procura a Modica .
    Hanno trasferito il Tribunale . . . accentrare gli uffici giudiziari per controllarli meglio .
    Spesso i nuovi magistrati , i nuovi questori , i nuovi ufficiali comandanti e funzionari vengono subito “avvicinati” . . come nelle migliori fiction televisive .

  11. @ Pippo :
    Cerchi di trovare da qualche parte , il libro di Prestipino Giarritta “L’upupa dalla cresta rossa” e se lo legga per bene in questo periodo di clausura .

  12. Personalmente non mi sembra una “bega” fra il Presidente dell’antimafia e il giornalista. La delibera per adire alle vie legali è stata votata all’unanimità ( tutto l’arco costituzionale).
    Poi, ogni tanto, necessita togliersi le fettine di prosciutto dagli occhi e i tappi dalle orecchie e guardare in faccia la realtà. Vedere con attenzione l’evoluzione economico-finanziaria di modica negli ultimi cinquant’anni.

  13. @ Pippo :
    Ti pareva che non spuntava “pippo” !
    A differenza sua e di tanti altri che girano con gli occhi bendati e le orecchie turate , per non voler vedere e non voler sentire . . io ho i sensi attivi e perfettamente funzionanti .

    Il compianto Avv. Carmelo Scarso , durante un’arringa proferì : “La Verità è come una piramide sepolta , di cui spesso se ne intravede a mala pena il vertice . E bisogna scavare per farla emergere , facendo attenzione a tutti i particolari riportati alla luce , e la parte sommersa è enormemente più voluminosa del volume totale “.

    Caso volle , anni fa di venire a contatto col Borrometti , e l’aver appurato certi fatti riguardanti la sua vita mi ha portato a scavare per capirne l’intera complessità individuale ( causa forza maggiore ) .
    Ed essendo egli auto-elettosi personaggio pubblico , non può pertanto evitare opinioni o critiche sul suo personale modo di porgersi od esporsi mediaticamente .
    In particolare se travalica il buon senso comune , l’etica professionale oltre alle regole sociali e civili .

  14. Massimo 1955, se alcuno non avrebbe…questa volta anche Lei ha toppato un congiuntivo, il carissimo amico economista lo ha sbandierato più volte…ahahah
    Terrorista vai all’attacco!

  15. Continuo a chiedermi: “volete dire che le dichiarazioni-denuncia di un giornalista abbiano la valenza e forza di poter determinare lo scioglimento per mafia di un Comune”? Non esistono organi di controllo, un ministero degli Interni, un ministro della Giustizia, una magistratura, la stessa Commissione Antimafia e lo stesso presidente Fava… nessuno di loro ha MAI INDAGATO su quelle affermazioni ed hanno accettato tutto senza fiatare? Ma se così fosse, sono proprio loro in primis che dovrebbero interrogarsi e non scaricare tutto sulle spalle di una singola “piccola” persona, addirittura lo chiamate “Paolino”. Ma siete consapevoli della gravità di ciò che sarebbe il portare avanti una questione come questa? Le denunce reciproche fra Borrometii e Fava lasciamole alla magistratura ma per favore non infangate le istituzioni facendo enormi regali alla MAFIA.

  16. Aggiungo, evidenziando che, il PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA ha conferito una importante onorificenza a Paolo Borrometi, il tutto, quindi senza chiedere o accertarsi del suo operato? Ripeto, non esiste un ministero degli Interni, un ministro della Giustizia, una magistratura, la stessa Commissione Antimafia e lo stesso presidente Fava? Trovare cose che non vanno in Paolo Borrometi significherebbe mettere in discussione TUTTO il sistema Democratico dello Stato Italiano, dovremmo dubitare di tutto e tutti. Noi siamo in attesa di capire ma siamo anche pronti ad accettare le evidenze che salteranno fuori e le ovvie conseguenze che dovrebbero verificarsi, dimissioni di tanta gente.

  17. Egregio cittadino, i suoi interventi che sono evidentemente causati da ripicche o fatti suoi personali o questioni personali con il Borrometi, credo non siano importanti per un ragionamento. Lei con le sue affermazioni dichiara che”… Ed essendo egli auto-elettosi personaggio pubblico…”, lei attribuisce a Borrometi la potenza di autoeleggersi personaggio pubblico. Io ritengo che è più che evidente la sua rabbia, e ripeto, la sua è una questione personale che a noi non interessa. Borrometi è stato valutato e “eletto” personaggio pubblico da tantissime autorità e istituzioni, compreso il Presidente della Repubblica, spero almeno lei “cittadino” si fermi davanti a questo, lasciando almeno il beneficio del dubbio… almeno. E come ho prima scritto, sono convinto che tutte le autorità ed istituzione devono fornirci spiegazioni sul fatto di averlo eletto “personaggio pubblico” e sui meriti e non terroristi o cittadini utili ad infangare il poco che è rimasto in Italia. Appena sentiremo le prese di posizione da parte delle istituzioni di cui ho parlato, potremo valutare, non prima. Cittadino, Pippo spunterà ogni volta sarà necessario, mi dispiace per lei, si disperi quanto vuole, io dirò sempre la mia opinione nel rispetto degli altri anche nel suo rispetto, cosa che lei non sa fare. Pazienza

  18. @Pippo della faccenda non ha capito nulla o fa finta di non capire; cortesemente si legga l’articolo e cerchi di comprendere che la faccenda non verte su chi ha commissariato Scicli ma su altri fatti, ossia il famoso articolo che parrebbe essere stato messo on-line non cinque anni fa.

  19. Che c’entra Fava con il riconoscimento dell’onorificenza al giornalista? ( maggio 2018 con dicembre 2015).
    Basterebbe mettere tutti i fatti in stretto ordine cronologico di date e tutto diventa più facile. ( investimenti, elezioni, presidenze, processi, omicidi, trasferimenti, soppressioni ed altro)

  20. Cosa c’entra Fava con il riconoscimento dell’onorificenza al giornalista? Maggio 2018 con dicembre 2015.
    Piuttosto mettete tutto in stretto ordine cronologico di date e vedrete il quadro che viene fuori.

  21. G.F. credo che si capirà se Borrometi avesse dato notizia di un manifesto a sostegno del sindaco di Scicli Francesco Susino, firmato da intellettuali, oppure non lo avesse fatto… bene, nulla da dire in questo, anche se non lo avesse fatto non credo sarebbe la fine del mondo, capisco che potrebbe esserci stata l’ingenuità di averlo pubblicato dopo, “potrebbe” e questo naturalemente potrà essere verificato, ci mancherebbe se non sia possibile farlo, ma… la cosa più certa è che la MAFIA avrà dei vantaggi in tutto questo. Dai commenti che si leggono, si vede qualcosa di più profondo “contro” Borrometi… ecco perchè io ho parlato di “ministero degli Interni, un ministro della Giustizia, una magistratura, la stessa Commissione Antimafia e lo stesso presidente Fava”. Insinuare veleni è una delle armi che la MAFIA può usare in un paese predisposto al sospetto ed all’accusa. P.I. lei ha capito tutto, io no, ha ragione, ma io cerco di capire e cercare di riflettere, lei faccia ciò che vuole. Chiudo da parte mia e spero di leggere ragionamenti utili o qualche spiegazione, fino ad adesso non ne ho visti.

  22. @ Pippo :
    In italia esiste il “dogma Borrometi” . .
    Certo che è da mettere in discussione il “sistema democratico” , perchè DEMOCRATICO non è .
    Chi ha omesso di fare indagini e non ha verificato le notizie di reato ?
    No , non mi fermo davanti all’Illustrissimo Onorevole Presidente Sergio Mattarella .
    E anche lui un essere Umano , e può essere indotto in errore o sbagliare motu proprio .
    E nel gennaio 2015 ho postato dei commenti in merito al titolo di onorificenza,ma sono stati rimossi (dietro “richiesta” telefonica) in cui chiedevo di essere ascoltato ( ma nessuno ha indagato , nessuno ha voluto vedere o sentire) .
    Io non sono disperato , ne provo rabbia . . chiedo solo Giustizia .
    Il suo blaterare neppure mi sfiora .
    Il Rispetto è molto importante , ma tanti non ne conoscono il significato .

  23. @ Pippo :
    Se le riuscisse di percorrere a ritroso l’escalation del Borrometi , potrebbe comprendere e capire tanto .
    Le mie non sono ripicche , ma dopo aver preso conoscenze di fatti e circostanze provo solo comprensione per un bimbo . . poi ragazzo . . poi adulto che ha tanto sofferto .
    La sofferenza ed il dolore , possono far crescere e maturare . . . ma possono anche avvelenare .
    Ogni essere umano agisce e reagisce , dietro processi biochimici non codificati . . visto l’unicità dell’animo umano .
    Il nonno usava dire : “l’albero pecca ed il frutto riceve “

  24. La mafia se ne frega !
    Va avanti con i suoi mezzi ed i suo metodi , si adegua e si modifica per arrivare al suo fine .
    Un individuo può essere sostituito da un altro , importante è il Potere di farlo .
    Pertanto deve riuscire ad infiltrarsi nelle istituzioni , in tutte le Istituzioni , e da li manovrare .
    Nel ’72 Giovanni Spampinato scriveva , su L’Ora , della particolare forma mafiosa del modicano .
    Ed ora un occhio attento riesce a vedere sul territorio cos’è accaduto in 50 anni .
    Cosa è accaduto a Scicli tutti ne sono a conoscenza , anche se c’è sempre chi non vuol vedere ne sentire .

  25. Qualsiasi cosa accadrà , sul web o in un aula di Tribunale , l’immagine dell’onnipresente cavaliere non sarà mai più quella di prima .
    Egli potrà querelare a destra ed a manca , ma la sua credibilità è minata .
    Nella sua attuale posizione , dovrà stringere i denti e resistere ad oltranza .
    Dalle stelle alle stalle . . .
    In altro luogo , ed in altro modo , bisognerà ricominciare ed andare avanti .
    Rialzarsi dopo lo scivolone , od è finita .

  26. Pippo: una volta certe cose si studiavano a tavolino, ultimamente vengono preparate davanti ad un computer.
    È reato supporre?
    E poi non ci può stare che, volutamente, si induce l’altro in errore. Credo che le istituzioni non ne siano immuni.
    Si può anche pensare che esiste coincidenza di ruoli, mansioni o sovrapposizione di persone.

  27. @ G.F. :
    Pippo non arriva a comprendere i suoi ermetici paradigmi , forse è bene essere più semplici e chiari .
    N.B. Pippo non si offenda , sto solo cercando di aiutarla .

  28. @Pippo, solidarietà a lei, qualcuno le ha intimato a buonu ciui cioè, non parli più, e questo è molto significativo quando si parla in una regione come la Sicilia, una regione dove nessuno conosce cosa sia la Mafia, ma ne parla. Io per quanto mi riguarda ho rispetto sia per Paolo Borrometi che per Claudio Fava. E’ evidente che Borrometi è stato lasciato solo, non vedo sostenitori che una volta si facevano vivi nei blog anche della RTM. Credo che l’osservazione ed il rispetto di Pippo siano condivisibili, aspettiamo la magistratura e vedremo, con il massimo rispetto. Cittadino evidentemente sa, addirittura ci dice che sa delle cose su Borrometi ma nessuno lo vuole ascoltare, non capiamo il motivo, ma le dica in questa sede, staremo a leggerla e così capiremo. Ma fino a quando non leggeremo la verità appurata dalla magistratura in modo da valutare l'”intera complessità individuale” come cittadino ci riferisce, fino ad allora io dò la mia solidarietà a Paolo Borrometi e tantissimo rispetto per il lavoro della commissione Antimafia ed il presidente Claudio Fava. Ha ragione Pippo, la mafia lavora per queste divisioni e da queste divisioni ne trae tantissimo vantaggio, anche ad alti livelli. La storia siciliana ci ha insegnato questo. Grazie per il dibattito, anche se poco articolato, non si sentono fatti concreti rispetto a quello che si legge nei giornali e le cose “supposte” da cittadino che non svela. Buona serata

  29. @ ‘zulu & Pippo :
    Appena si”tocca” Pippo ecco che compare ‘zulu . . poco tempo fa accadeva con puppetta , bah !
    Minchia (scusate l’esclamazione) ma siete sordi ed orbi , al punto da non captare cosa orbita intorno alla vostra vita quotidiana cittadina .
    Oppure l’altra opzione : fate parte del cerchio magico del “”giornalismo antimafia dei Borrometi”” (da L’Urlo di D.Borgese) .

    Anni fa “qualcuno” si diverti a fare ghirigori con un chiodo sulle fiancate di una BMW color melanzana .
    Qualcun altro pianto 4 chiodi (nuovi) nelle 4 ruote di un’utilitaria grigio metallizzata .
    Successivamente 3 chiodi (nuovi) furono inviati in busta chiusa . . (invito alla crocifissione o cosa altro ? ) .

    Qualche anno prima un auto ebbe le gomme anteriori ( 165/70 R 14 ) tagliate con una lama .
    Pochi mesi dopo , sul tergicristallo , di una vettura nuova fu rinvenuto un proiettile rimmed cal.10 (?) .
    ( risulta da cartaceo )
    Cosa vi fa pensare tutto ciò ?

  30. @Pluto
    Lei ha bevuto e presumo lo stia ancora facendo: io mi firmo Massimo1955 e non “Storia non parole ! ” ed in quest’articolo non ho fatto ancora nessun commento. In ogni caso un errore, per la velocità nello scrivere, è perdonabile e “Storia non parole” presumo lo abbia commesso in quest’ambito; non lo è quando si evidenzia una difficoltà conclamata con la lingua italiana e Lei , esortando “Terrorista”, innesca una polemica che avevo già concluso e riposta nel dimenticatoio.
    E’ evidente il tono goliardico del suo commento ma rimane il mio consiglio: beva di meno. Saluti

  31. Il giornalismo d’inchiesta di Paolo Borrometi è questo, il fatto che si pubblichino notizie e si faccia un’inchiesta giornalistica non vuol dire che esista la certezza della colpevolezza di chi viene messo in discussione. Ma è possibile non capire questo? Chiaramente tanti giornalisti a volte mettono (erroneamente) anche le proprie convinzioni, ma nel caso si pubblichino cose false sostenendo siano vere, la magistratura condanna, lo abbiamo visto tante volte, ad esempio il famigerato Marco Travaglio che personalmente DETESTO, ha pagato fior di centinaia di migliaia di euro per cose pubblicate e che poi la magistratura ha rilevato essere false, è successo anche con la famiglia di Renzi e lui ha pagato profumatamente. Ma questo non vuol dire che lui non sia legittimato a pubblicare e fare quel tipo di giornalismo d’inchiesta. Ruotolo o tantissimi altri ne hanno subito le conseguenze.
    Ma mi spiegate perchè mai questo non dovrebbe essere COPRRETTO anche per Paolo Borrometi, me lo spiegate? Forse perchè parla di mafia? A me sta bene che Fava lo abbia deninciato e lui si difenderà come succede in qualsiasi paese democratico, e se colpevole pagherà. Ma NON E’ ACCETTABILE’ che tante carogne mettano in discussione le sue inchieste (LUI CI METTE LA FACCIA, LE CAROGNE NO). Vorrei che il mio ragionamento arrivasse anche a Claudio Fava che invece io apprezzo tantissimo, vorrei evidenziare quello che veramente sta succedendo e purtroppo non viene ben percepito. Il fatto che in Sicilia tante inchieste giornalistiche rivolte ad evidenziare qualcosa che non si comprende bene o la MAFIA (fermo restando che poi la magistratura dirà l’ultima parole ed avrà la possibilità di indagare) deve essere (secondo me) anche da Fava condiviso, proprio lui ha la possibilità di capire molto bene ciò che dico. Io da giovane, negli anni 80, precisamente negli anni fra il 1986 e il 1988, leggevo il giornale (credo bisettimanale) “i Siciliani” del quale il papà di Claudio Fava e cioè Pippo Fava ne era il Direttore, ebbene, ricordo perfettamente le tante inchieste che Pippo Fava faceva contro tanti imprenditori della sicilia ed in particolare ricordo le inchieste nei confronti di imprenditori del sud est (esattamente del ragusano). Ricordo perfettamente una inchiesta che evidenziava cose a parer suo non “limpide” di un noto imprenditore emergente modicano di cognome “Minardo”, voi capite sicuramente. Ebbene, fu un flop, il Minardo non ha avuto nessuna conseguenza giudiziaria. O forse qualcuno può dirmi il contrario? Perchè quell’indagine di un giornalista che attenzionava certe persone e si occupava di mafia poteva andare bene allora ed oggi se Borrometi fa giornalismo indagando certi ambienti non può farlo? Queste sono “Storie non parole”, se vuole può trovare le cose che ho scritto alla biblioteca comunale, ci saranno ancore la copie di quel periodico “I Siciliani”, e si informi, quella è storia non parole, sa.
    Io ho apprezzato e ringrazio il giornalismo di Pippo Fava e anche oggi quello di Paolo Borrometi anche se certe inchieste poi si rivelano infondate, ma questa è la realtà.
    Tantissimi vorrebbero che si arrivasse al vecchio detto siciliano di certi ambienti “LA MAFIA NON ESISTE”, chi vuole comprendere comprenderà, e se non comprende va bene così lo stesso.
    Grazie a chi ha la pazienza di leggere e riflettere su ciò che ho scritto.
    Aspetto le considerazioni di Pippo e di “Storia non parole”, mentre per quanto riguarda modicano o terrorista o altri della stessa “penna”, che ci ha raccontato di chiodi su una BMW e crocifissioni, le volevo dire che non si è capito nulla, manca tutto, anche a chi si riferisce, certo che per dire le cose ci vogliono le palle, e non tutti ce le hanno, vero? Pazienza. Un saluto anche a lei modican-terrorista.

  32. @Pluto
    Lei continua imperterrito a bere e mi convinco sempre più che si è bevuto anche il cervello. Non so da dove le sia venuta questa convinzione, anche perché persino un profano della lingua italiana si accorgerebbe del differente modo di esprimersi e dello stile assolutamente incompatibile fra le due sintassi.
    Detto questo le consiglio un buon centro di “alcolisti anonimi” e se ciò non bastasse non le resterebbe che richiedere un consulto da un buon psichiatra in considerazione delle turbe che in questo momento le stanno appannando il cervello.
    Siamo ancora in primavera e già straparla, figuriamoci con il caldo estivo!!
    Chiudo ricordandole che non sono avvezzo a giocare con vari pseudonimi o alias (come fa qualcuno) ed i miei commenti li troverà sempre con “Massimo1955”. Le potranno piacere o meno ma questi saranno.
    Si riguardi.

  33. @ carmelo ruta :
    Ho letto su diario84 e italyflash tutta una sfilza di articoli sul cavaliere , e vanno dritti ai fatti con tanto di intercettazioni e dichiarazioni .
    Non sono giudizi sommari , e certo avranno strascichi giudiziari non indifferenti .
    Stravolto e sconcertato dal caso Prestipino Giarritta .
    Mi farebbe piacere un suo parere o delle opinioni personali , perchè lei c’era .

  34. Motucense, ho letto anch’io diario84 e italyflash, sa? Lei è invidioso come un bambino, si rassegni, lei cavaliere non lo sarà mai, mai… mi aspettavo chissà che… la sua rabbia è incontenibile ma non si cambi il nome non serve. Anche a lei turbe che in questo momento le stanno appannando il cervello, pregherò per lei, affinchè riabbia la sua serenità.

  35. Pippetta (è non è un errore) nel senso onanistico e autoerotico, e Zulú con l’accento sulla “u”per le sue sfumature tribali, riescono a mettere Renzi su tutto.
    Si parla di ornitologica?
    Renzi è un passerotto.
    Si parla di gastronomia?
    Renzi è un babà.
    Si parla di arte circense?
    Renzi è un pagliacc…ops, no questo, no!
    Praticamente un Renzi stà bene su tutto.
    Personalmente consiglierei ai due ultras, tra un commento e l’altro, di andarsi a cercare un lavoro, poiché a breve il loro padrone, già “Mister unovirgola”, dichiarerà fallimento, e si ritroveranno a brancolare nel buio, senza il conforto della loro stella cometa.

  36. @ ‘zulu :
    ” u lupu so chi opera pensa , e chi mancia urutta ” ( in psicanalisi è un meccanismo proiettivo . . il suo )
    Non sono uno che prova invidia , ed i diversi titoli che mi appartengono me li sono guadagnati con onestà e sudore , mi erano dovuti e non ne ambisco altri ( vuoi vedere che lei mi da contro per invidia !) .
    Lei ha troppa confusione in testa , confonde fischi per fiaschi . . onere con Onore .

  37. Da Siracusa pare che sia al vaglio dei Magistrati la posizione penale dei Borrometi .
    Facendo riferimento all’ articolo su L’URLO di D. Borgese , sul “giornalismo dei Borrometi ” ( non singolare !)
    Sapremo a breve se corrisponde a verità .
    Intanto è stata pubblicata la terza parte , trascritta ,dell’intervista al poliziotto ( diario84 ) .

  38. Peccato, avrei voluto leggere le opinioni di altri commentatori attenti. Purtroppo oramai cittadino, terrorista, giulio o comunque si chiami mi perseguitano, ma mai che parlassero con cognizione di causa o sul punto della questo. Pazienza, questo è il livello, e io lo accetto di buon grado. Cittadino, lei è stato beccato in pieno, lei è invidioso, e finalmente ce lo ha fatto capire, lei ha tanti titoli (bene per lei) e invidia il cavaliere, e che ci può fare, stia sereno che magari il prossimo presidente della repubblica lo farà cavaliere, mi farà piacere per lei, magari grazie ai chiodi ed alla BMW che ancora non sappiamo cosa significhino nella sua vita. Un saluto e spero sempre di leggere commenti di persone che vogliono approfondire. Buon primo maggio

  39. “A cunvinzioni futti i cristiani”…
    Si è convinto delle sue idee . . libero di credere quel che vuole . .
    La BMW era del Paolino sfregiata sulle fiancate con un chiodo .. i 4 chiodi furono trovati nelle ruote di una sua conoscente . .
    Infine i 3 chiodi gli furono inviati in busta in forma anonima . .
    Durante una intervista televisiva , emerge che il fuoco si estese dal settimo piano all ottavo ed al nono . .
    Sentiremo i VV.FF per vedere cosa hanno relazionato . .

  40. cittadino, bene, abbiamo capito ciò che ha scritto,… ma che cavolo centra con le inchieste di Paolino? Mi spiega e ci spiega che cavolo significa tutto questo? Perché lei lo odia tanto se qualcuno gli ha sfregiato la BMW? Vede, forse lei non si accorge ma parla di cose che non sappiamo e non sappiamo neppure chi sia lei e cosa centra in tutta questa storia, del fatto che il fuoco si estese dal settimo all’ottavo piano e non al nono di cosa? Ma lo scrivo con il massimo rispetto, perché si capisce perfettamente la sua sofferenza, ma non si capisce il motivo ed il significato, magari cercando di spiegarci, potrebbe dissipare la sua rabbia e risentimento, che sicuramente è tanta. Nessuna cunvinzioni, picchi sti cristiani mancu sanu a quali convinzioni si riferisci. Spero che si calmi e superi la sua crisi, con il massimo rispetto.

  41. @ ‘zulu :
    Lei è più sordo dei sordi , e più cieco dei ciechi . .
    Non odio , ne sono invidioso , ne tanto meno provo rabbia o risentimento per alcuno . . . men che meno per Paolino .
    Ma come si può pensare di abbindolare gli italiani con tante fake , per fini strettamente personali .
    Io trovo corretto ed onesto cercare Giustizia , per l’azione subdula e meschina di coloro che raggirano anche le istituzioni , sprecando risorse ed energie che potrebbero aiutare e salvare altre vite umane .
    Dallo zerbino annerito , il fuoco ha invaso dal settimo piano fino al nono . . .
    Da un braccio ritorto , spezzato in tre parti una pozza di sangue . .
    Lei e tanti altri come lei credete ancora che i bambini li porta la cicogna ?
    Il più sprovveduto dei naviganti va su Google e scrive video o notizie di ……….

  42. Cittadino ho cercato in base alle sue indicazioni ed ho trovato questi nomi:
    GIARRUSSO, BERTOROTTA, MANGILI, MARTELLI, MARTON, MONTEVECCHI, MORONESE, MORRA, NUGNES, PA-GLINI, SANTANGELO, SERRA…, fantastico, sono tutti esponenti del M5s, ma proprio tutti cittadino. Ma come si mette ora, loro i puri della Politica, sono da lei cittadino accusati… ma proprio tutti, non ne salva neppure uno, forse Medica. E ora è costretto a cambiare movimento, consiglierei a zulu di leggere per tentare di capire. Suppongo che cittadino sappia più cose dei grillini elencati.

  43. Ho visto anch’io quello a cui cittadino si riferisce, ho letto e riletto, zerbini anneriti, danni fisici e altro, ma non capisco perché tanta rabbia. Ma lei cittadino perché è così interessato a questo. Vede io vorrei conoscere le motivazioni delle sue affermazioni che rispetto, anche se non condivido. Lei allora vorrebbe mettere in discussione tutti quanti hanno la scorta da quello che capisco oppure solo il cavaliere, mi faccia capire. Se non odia, non ha invidia o risentimento come lei dice, ma allora dobbiamo indagare su tutti quelli che hanno una scorta. Lei non è sordo e non è cieco e quindi ci faccia capire perché è così interessato a questo caso specifico? Grazie

  44. @ ‘zulu & pippo :
    “A lavari a testa o sceccu , e sulu tiempu persu “.
    Il modicano non può salvarsi . . . ovvi i motivi .
    Andate ad ascoltare la diretta di E.Scarso con A.Bolzoni , su ragusaoggi e forse riuscite a capire altre cosette che vi sono sfuggite o che non volete comprendere .
    Chi fa inchieste , arriva al “bersaglio” senza l’aiuto degli organi inquirenti e per altre vie .
    Sono stato il primo , su questo sito , a riportare commenti ( subito rimossi ) fin dal 2015 sulle fake divulgate ad oc .
    E tutti a darmi contro , ora che è tutto alla luce . . e che tanti video inchiodano Paolino alle proprie colpe continuate a fare gli gnorri . . . ma fatemi il piacere .
    Il mio motto è : “La dove gli altri si fermano . . . io proseguo “.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

17 + 18 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.