“L’Italia risorgerà”, la canzone di Mons. Antonio Staglianò

“L’Italia risorgerà” è una canzone scritta dal Vescovo di Noto, Mons. Antonio Staglianò. Il testo della canzone è costruito sulle note della famosa canzone di Edoardo Bennato, “Meno male che adesso non c’è Nerone”.
Mons. Staglianò, con questa nuovo testo musicale, vuole far riflettere sulla ripartenza, visto che in questi giorni non si fa altro che parlare dell’imminente fase 2.
In questi giorni, il Governo aiutato da una task force ad hoc, sta cercando di stabilire le regole per ritornare progressivamente alla normalità.
La canzone “L’Italia risorgerà” è una risposta agli slogan e alla notizie, che ogni giorno si susseguono online e sui social.
“La ripartenza – spiega Mons. Staglianò – non può essere solo semplicemente economica, per non morire di fame, dobbiamo risorgere nella nostra umanità per cui in questa canzone #L’Italiarisorgerà puntiamo sopratutto alla risurrezione del nostro cuore, per nuova umanità e nuove relazioni”.

“L’Italia risorgerà” è una risposta umana alla ripartenza, un no secco alla ripresa del gioco d’azzardo prima delle attività produttive. Per risorgere bisognerà cambiare lo stile di vita, avere rispetto per l’ambiente e nuova umanità solidale.

In un messaggio per il 75° Anniversario della Liberazione, Mons. Staglianò scrive alla Diocesi: “Carissimi, noi siamo esseri umani, cioè “di più, sempre di più”, siamo “vita traboccante”. Questo davvero conta! Abbiamo i talenti – doni, carismi e ministeri – che possiamo ancora trafficare, senza farci prendere dalla paura: nessuno sotterri le sue grandi capacità di amare e anche tutte le altre competenze acquisite nella sua esistenza, con le quali – oggi e non domani – può aiutare altri a soffrire di meno la solitudine e i tanti disagi esteriori e interiori, che potrebbero portare anche a gesti inconsulti di ogni tipo”.

Bisognerà partire dall’ascolto della propria anima per tornare ad essere uomini e donne che amano il proprio Paese.

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI