Bonuns affitti e crollo consumi. Critiche di Confcommercio iblea

“Gli imprenditori del commercio avevano accolto con soddisfazione la concessione del bonus affitti del 60% per il canone del mese di marzo relativo ai propri negozi. Finalmente una boccata di ossigeno per chi non era in grado di pagare affitto, bollette, tasse ed imposte varie. Peccato, però, che Agenzia delle Entrate, con la circolare n. 8/E/2020, ha precisato che per beneficiare del suddetto credito occorre che lo stesso sia stato pagato”. E’ quanto rileva il presidente provinciale Confcommercio Ragusa, Gianluca Manenti, evidenziando una situazione a dir poco paradossale. “Si aiuta quindi chi ha avuto i fondi per pagare – continua Manenti – e non chi invece era impossibilitato a farlo. Complimenti: ecco un nuovo modo di supportare l’economia. I dati di marzo confermano, anche in provincia di Ragusa, il crollo dei consumi e dei fatturati delle imprese. Siamo a -100% per quanto riguarda il settore dell’abbigliamento rispetto al marzo 2019, -95% con riferimento al comparto del turismo, -82% in ordine alle vendite nel settore auto e -68% per quanto riguarda bar e ristoranti. Insomma, numeri che si commentano da soli. Ecco perché serve liquidità immediata senza burocrazia, integrando le garanzie dello Stato con indennizzi e contributi a fondo perduto. Va inoltre pianificata, con la massima attenzione, la riapertura delle attività preparando i livelli sanitari, tecnologici, organizzativi perché la provincia di Ragusa, appena possibile, deve riaccendere i motori e ripartire in assoluta sicurezza”.

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI