Nuovo DPCM a sostegno delle famiglie bisognose

Alle 19:20 circa il Premier Conte ha tenuto una conferenza stampa per presentare un nuovo Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri di natura economica, per far fronte in modo forte e deciso all’emergenza sanitaria ed economica dovuta alla pandemia del COVID-19. In diretta nazionale, il Premier Conte si è rivolto al Paese parlando dell’emergenza:
«Oggi segnaliamo il numero più alto di guariti. Ci confronteremo a inizio settimana con gli esperti e confidiamo che ci portino ottime notizie. Noi ci manteniamo sempre vigili per adeguare le nostre valutazioni sulla base delle loro raccomandazioni». Allo stesso tempo ha sottolineato con dolore che: «Abbiamo superato 10mila vittime, è un numero che ci colpisce. Si allarga la ferita nella nostra comunità nazionale, per questo permettetemi di esprimere vicinanza alle famiglie dei familiari». Successivamente, il Premier ha proseguito con la presentazione del nuovo DPCM, da poco firmato.
Con il nuovo decreto è stato disposto la somma di 4,3 miliardi di euro per il fondo di solidarietà dei comuni, si tratta di un anticipo per venire incontro ai comuni per garantire sostegno alle famiglie bisognose. A questo fondo, si aggiungono altri 400 milioni, gestiti dalla Protezione Civile, «col vincolo – sottolinea Conte – di destinarlo alle persone che non hanno i soldi per fare la spesa. Da qui nasceranno buoni spesa ed erogazioni di generi alimentari».
Durante la conferenza stampa il Premier ha spiegato che «La ministra Catalfo e l’Inps stanno lavorando senza sosta» per garantire la buona riuscita delle misure economiche varate dal Governo. Il Premier spera che tutti i beneficiari degli interventi economici, bonus per i lavoratori autonomi e professionisti, cassa integrazione per i dipendenti, potranno avere la possibilità di accedervi subito, entro il 15 aprile. Il Premier ha assicurato che le procedure di richiesta saranno velocizzate e snellite. «Sappiamo che tante gente sta soffrendo ma lo Stato c è – ha aggiunto il premier – Vi chiedo di comprendere il nostro sforzo, la macchina statuale richiede procedimenti complessi, stiamo facendo
l’impossibile», rimarcando che «non vogliamo lasciare nessuno solo abbandonato a se stesso, soprattutto in un momento in cui ci sono delle sofferenze ancora più acuite». «Siamo tutti sulla stessa barca, stiamo tutti vivendo questo disagio e dobbiamo aiutare chi è più in difficoltà», ha concluso Conte

guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

23 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
  • Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
Riproduci video
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI