Emergenza Covid-19: Nuove iniziative della Prefettura di Ragusa

Prosegue e si intensifica l’attività della Prefettura di Ragusa e del gruppo tecnico di lavoro coordinato dalla Prefettura stessa, composto da Ufficiali della Guardia di Finanza e da funzionari della Camera di Commercio, costituito appositamente al fine di valutare con immediatezza le numerose richieste di prosecuzione delle attività produttive, commerciali e professionali di cui all’allegato 1 del DPCM 22 marzo 2020. Ciò anche alla luce delle modifiche e delle innovazioni introdotte dall’ulteriore decreto del Ministro dello Sviluppo Economico e del Ministro dell’Economia del 25 marzo 2020.
Il gruppo tecnico di lavoro, che ha già esaminato e vagliato 243 comunicazioni, si pertanto avvarrà, per il futuro, anche del contributo dei vertici delle organizzazioni sindacali confederali, nel caso in cui dovessero emergere esigenze di approfondimento, nonché delle Associazioni di categoria.
L’ulteriore decreto del Ministro dello Sviluppo Economico e del Ministro dell’Economia, adottato in esito all’accordo tra Governo e sindacati sulla sicurezza nelle aziende e nelle fabbriche – ha apportato talune modifiche – rispetto a già quanto previsto dal decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri dello scorso 22 marzo – all’elenco delle attività imprenditoriali e industriali considerate essenziali e per le quali non sussiste l’obbligo di chiusura degli impianti.
Quest’ultimo decreto, che produce effetti dalla data di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale avvenuta il 26 marzo, riporta il quadro aggiornato delle imprese autorizzate alla prosecuzione dell’attività, con la previsione per le imprese che dovranno, invece , sospendere la propria attività di poter ultimare le operazioni necessarie alla sospensione delle stesse, inclusa la spedizione della merce in giacenza, fino alla data del prossimo 28 marzo 2020.
Per le richieste di prosecuzione delle attività produttive, commerciali e professionali, rimane confermata pertanto la procedura di inoltro alla Prefettura delle comunicazioni utilizzando il modello già pubblicato sul sito dell’Ufficio Territoriale del Governo unitamente ai criteri esplicativi di formulazione, pubblicati anch’essi, per evitare che si debba poi richiedere, ai fini della migliore valutazione, integrazioni istruttorie da parte del predetto gruppo di lavoro tecnico.
Al fine, poi, di verificare il rispetto e la sussistenza delle condizioni previste dalle norme in merito alla prosecuzione delle attività saranno effettuati puntuali controlli da parte delle Forze dell’Ordine presso i siti produttivi. Ciò anche allo scopo di non creare disomogeneità tra coloro che con scrupolo si attengono ai divieti e chi, invece, contravviene continuando a svolgere la propria attività.

Proseguono, altresì, stringenti – in tutta la provincia, i controlli del territorio finalizzati ad accertare anche le violazioni di cui ai DPCM e alle ordinanze del Presidente della Regione. Numerose, infatti, seppur in calo, sono tutt’ora le contestazioni rilevate nei confronti di coloro che si trovano fuori dalla propria abitazione senza un giustificato motivo e di coloro che tutt’ora esercitano attività commerciali al momento sospese.
Per ogni eventuale dubbio interpretativo sui comportamenti da tenere, si rinvia alle informazioni presenti sui siti governativi e istituzionali in genere, facendo principalmente riferimento ai siti del Governo, www.governo.it, del Ministero della Salute, www.salute.gov.it, del Ministero dell’Interno www.interno.gov.it nonché del Dipartimento della Protezione Civile Sicilia https://www.protezionecivilesicilia.it/it/.
Nell’intento, poi, di elevare ulteriormente il livello delle misure di contenimento del virus nella provincia iblea si aggiunge che l’Azienda Sanitaria Provinciale di Ragusa – analogamente a quanto si sta sperimentando in altre realtà territoriali – avvierà nel comune capoluogo nei giorni di lunedì e martedì prossimo 30 e 31 marzo, secondo modalità stabilite dalla stessa Azienda, l’esecuzione dei tamponi per la diagnosi del Covid-19 che verranno effettuati nel piazzale esterno l’ingresso principale dell’ex Ospedale Civile.
Saranno sottoposti al previsto esame, effettuato a bordo auto, i soggetti preventivamente individuati e autorizzati dall’Unità di crisi del Dipartimento di Prevenzione aziendale mediante un SMS seriale comprendente i dati anagrafici.
Si confida sempre sulla preziosa collaborazione degli organi di stampa che in un momento di particolare delicatezza, quale quello attuale, contribuiscono con grande professionalità ad offrire una informazione seria, puntuale e riscontrata.

guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
  • Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
Riproduci video
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI