Fare Modica: “In città si opera per garantire sicurezza”

“Dopo gli innumerevoli e spiacevoli incidenti stradali accaduti in Via Nazionale a Modica, dove addirittura oltre ai diversi  feriti si è registrato anche un decesso, , ci siamo adoperati per segnalare al Comandante della Polizia Municipale, Rosario  Cannizzaro, la problematica e per chiedere che venissero adottati  interventi  per scongiurare la pericolosità della strada”. Una problematica sicuramente da non sottovalutare della quale si era fatto carico il gruppo consiliare della Lista Fare Modica che, attraverso un consigliere , aveva incontrato il comandante.

“Da due giorni abbiamo notato la messa in opera delle bande sonore  di rallentamento  – dice il Gruppo Fare Modica -. Ci complimentiamo per quanto fatto dal Comandante e tutto il corpo della Polizia Municipale  per la celerità di risposta dopo le nostre segnalazioni. Non si è aspettato molto ad intervenire fattivamente poiché abbiamo convenuto del pericolo che incombeva e, quindi, premeva fare il massimo e il possibile per rendere meno pericoloso quel tratto di Via Nazionale. Ci auguriamo quindi di non registrare più incidenti, tamponamenti e tragedie”.

Fare Modica assicura di rimanere vigili per la sicurezza stradale e urbana prendendo spunti dalle esperienze giornaliere di chi, come i nostri concittadini, vive la città, sia di giorno ma anche di sera. Una decina di giorni fa, proprio per tale tematica e per  continui disagi provocati da beoni e attaccabrighe nel centro storico durante le ore serali, si era tenuta la riunione del Comitato per l’Ordine e la Sicurezza chiesto dal Sindaco di Modica in Prefettura, presenti il primo cittadino e il comandante Cannizzaro.

Si è deciso di adottare, eventualmente, il Daspo Urbano di cui il Comune di Modica si è già dotato.  come strumento ultimo di repressione,  e  servizi  interforze.

“Anche in questo caso   abbiamo   registrato – continua il consigliere comunale – che nell’ultimo fine settimana c’è stato un incremento dei controlli con una nutrita presenza di polizia, carabinieri, guardia di finanza, polizia locale e polizia provinciale. Ci auguriamo, pertanto, che possa essere potenziato e mantenuto questo servizio di difesa e controllo anche con la destinazione di somme aggiuntive se necessario per il lavoro straordinario e di poter sperare il più presto possibile al potenziamento delle risorse umane, sia di mobilità interna e sia (appena possibile) con concorso esterno.

La difesa del territorio e lo scongiurare qualsiasi forma di disturbo urbano e di sicurezza stanno alla base di un quieto vivere cittadino; la sorveglianza nelle ore serali e notturne sia un motivo di orgoglio e non intesa mai come una forma di repressione.

I nostri giovani cittadini che hanno voluto intraprendere la strada del commercio nel centro storico, più proiettato nelle ore serali, vanno tutelati e protetti per consentire loro di offrire un servizio alla città e al vivere la città dei modicani, dei turisti e provenienti da altre città limitrofe”.

E’ di queste ore la notizia della denuncia di tre giovani che furono protagonisti dell’ultima rissa in città.

guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
  • Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
Riproduci video
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI