Parco degli iblei. Proseguono concertazione e iter tra sindaci

Prosegue l’iter istruttorio per la definitiva istituzione del Parco degli Iblei. Oggi momento concertativo con i sindaci dei comuni delle province di Ragusa, Siracusa e Catania per avere contezza dello stato dell’arte dopo la riunione del mese di luglio a Roma nella sede del Ministero dell’Ambiente dove è stata condivisa una proposta di perimetrazione. Da quell’incontro è scaturita l’esigenza di un altro momento di concertazione con i rappresentanti dei territori interessati in modo da procedere all’istituzione. Oggi ad illustrare ruolo, governance e opportunità del Parco degli Iblei sono stati due funzionari dell’assessorato regionale al Territorio Ambiente Giorgio Occhipinti e Attilio Guarnaccia che, dopo il saluto introduttivo del Commissario straordinario del Libero Consorzio Comunale di Ragusa, Salvatore Piazza, si sono soffermati a fugare dubbi e perplessità sull’ipotesi di ‘ingessatura’ del territorio in quanto il Parco nulla toglierà all’esistente, anzi l’attuale verrà confermato e garantito; tutt’al più aumenterà le potenzialità di un territorio in tema di sostenibilità ambientale e di salvaguardia del territorio, Il passaggio successivo all’istituzione del Parco, una volta condivisa la sua istituzione, sarà quello di approvare il regolamento e la zonizzazione e in questa sede si può intervenire per definire le varie zone o le aree di protezione e di promozione. Illustrata anche la governance dell’ente parco composta da 8 membri di cui 5 di nomina ministeriale e 4 scelti tra associazioni ambientalistiche, Ispra. Ministero delle Politiche Agricole e Ministro dell’Ambiente. Gli organi dell’ente parco sono il presidente nominato dal Ministero dell’Ambiente, il Consiglio Direttivo, la Giunta Esecutiva, la Comunità di Parco e il collegio dei revisori dei conti. In molti interventi dei sindaci è stato ribadita l’opportunità di sviluppo ed economico che il Parco porterà, mentre, i sindaci dei comuni di Carlentini e Sortino hanno mostrato perplessità sulla governance dell’ente parco che va rivista con una nuova legge quadro. Il Commissario del Libero Consorzio di Ragusa Salvatore Piazza si è dichiarato soddisfatto del confronto che ci è stato con i rappresentanti istituzionali prendendo atto dell’unanime volontà che il Parco sia considerato ‘un’opportunità per il territorio’.

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI