Truffa on line a una modicana. Condannato

3
2868

E’ finito con la condanna dell’imputato alla pena di 6 mesi di reclusione e 200 euro di multa il processo per una truffa on line ai danni di una signora modicana. Imputato era un 30enne di Favara, condannato anche al pagamento di una provvisionale immediatamente esecutiva pari a 952 euro, oltre alla spese sostenute dalla parte civile per la costituzione a giudizio. Il giudice ha sospeso la pena, ma a patto che l’imputato versi la somma truffata alla donna, che, qualche anno fa, aveva contattato l’imputato tramite un sito di annunci online. L’uomo aveva messo in vendita un motore d’auto. La signora, dopo avere contrattato il prezzo, aveva fatto una ricarica di 950 euro su postapay in favore dell’imputato, come concordato, ma il motore non è mai arrivato a Modica. Alla donna non è rimasto altro che denunciare l’uomo alle forze di polizia che sono risaliti alla sua identità.

3 Commenti

  1. MAI EFFETTUARE PAGAMENTI AL DI FUORI DI “PAYPAL”, SOLO COSI’ SI VIENE TUTELATI DA INTERNET E SIMILARI.

  2. Purtroppo non è così, il malintenzionato non appena riceve il denaro lo preleverà immediatamente e PayPal non potrà far nulla, gli può bloccare solo il conto. L’unica soluzione sarebbe che PayPal dovrebbe dare disponibilità della somma solo quando la merce sarà stata ricevuta dal destinatario.

  3. ma paypal per cifre grosse oltre le 500 euro non da i soldi fino a quando non arriva la merce,per le somme minori paypal ti rimborsa lo stesso e se la vedono loro con il venditore,mi è successo con una scheda video arriva rotta e il venditore sparito ,paypal mi ha rimborsato tutta la somma!

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

12 + 8 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.