Ragusa. Avviate le attività propedeutiche per l’avvio dei due Cantieri di servizio finanziati dall’assessorato regionale alla famiglia, politiche sociali e lavoro

0
345

Stamane presso il Centro Polifunzionale di via Napoleoni Colajanni, presenti il delegato del sindaco per i Servizi sociali, consigliere Luca Rivillito, il dirigente del Settore VII Servizi alla Persona e Politiche dell’Istruzione Francesco Scrofani, il R.U.P. geom. Emanuele Russo e il personale di alcuni settori dell’Ente, si è svolto il primo incontro con i beneficiari dei cantieri di servizio.
Con la riunione odierna si è dato corso all’attività propedeutica all’avvio dei progetti, istituiti e finanziati con Decreti nn. 1613 e 1614 del 4 giugno 2019 notificati in data 11/10/2019 dall’Assessorato regionale alla famiglia, alle politiche sociali e al lavoro concernenti n. 2 cantieri di servizio che avranno la durata di tre mesi.
Il primo cantiere n. 276/RG dell’importo di € 58.688,43, riguarda la custodia, vigilanza e pulizia dei bagni all’interno dei Giardini comunali di Ibla e di Villa Margherita, è rivolto a n.20 beneficiari. Il secondo cantiere, n.277RG dell’importo di €35.666,88 e rivolto a n.15 beneficiari, riguarda invece la custodia, vigilanza e pulizia dei bagni all’interno dei Giardini di via Stiela e di Via Archimede.
Nel corso della riunione si è preso atto di tutte le procedure adottate dall’ufficio, dalla richiesta del finanziamento, all’esame di circa 600 istanze di partecipazione e la elaborazione delle due graduatorie in base alle Linee Guida, (ISEE, categoria di appartenenza, nucleo familiare, una per ogni cantiere) per un numero complessivo di 35 beneficiari.
Nell’incontro odierno è stato altresì dato modo ai partecipanti ai cantieri di servizio di prendere parte ad un corso di informazione/formazione sulle modalità di svolgimento dei progetti, sulle sedi, gli orari e i turni da effettuare. I beneficiari saranno inoltre sottoposti a visite mediche, frequenteranno un corso di formazione sulla tutela e sicurezza dei lavoratori e riceveranno infine in consegna i dispositivi di protezione individuale. L’inizio della attività lavorativa è programmata per il mese di gennaio 2020.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

16 + 15 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.