Il Modica calcio lotta ma cade in casa nel derby con il Pozzallo. La capolista fa bottino pieno

0
965

Modica Calcio 0
Pozzallo 2

Marcatori: PT 22′ (rigore), 32′ Porto

Modica Calcio: Gianchino, Cassibba, Campailla, Floro Valença, Basile, Lombardo, Sammito (PT 39′ Noukri), Gurrieri, Maiorana (ST 38′ Vicari), Kebbeh, Galfo (ST 22? Mazza). A Disp: Vindigni, Pisana, Di Raimondo, Andolina, Cannizzaro, Terranova. All. Filippo Raciti.

Pozzallo: Fornoni, Maltese, Cappello, Fusca, Vindigni, Ricca, Sangiorgio, Linares, Drago, Filicetti, Porto. A Disp: Caruso, Giudice, Dongola, Giannone, Civello, Occhipinti, Rosa. All. Peppe Rosa.

Arbitro: Angelo Gulisano di Acireale.
Assistenti: Massimo Falzone di Acireale e Filippo Pancrazi di Ragusa.

Note: ST 21′ Espulso Cassibba per somma di ammonizioni.

Modica – Con una doppietta dell’ex Alex Porto nel primo tempo il Pozzallo passa al “Vincenzo Barone” e continua la sua corsa solitaria in vetta alla classifica.

Partita bella e combattuta che è cambiata radicalmente al 22′ con il calcio di rigore alquanto dubbio assegnato agli ospiti dal direttore di gara (mediocre la sua prova).

L’inizio del match + molto equilibrato, con le due squadre che a centrocampo cercano di innescare gli attaccanti, ma le difese sono molto attente e lasciano pochi spazi.

La prima occasione al 14′ con Porto che ci prova dalla distanza, ma Gianchino è attento e para a terra facilmente. Lo stesso Porto ci prova 2′ più tardi dal limite, ma non inquadra il bersaglio.

Al 22′ l’episodio che cambia l’inerzia della partita. Gianchino in uscita anticipa l’attaccante biancoazzurro che gli rovina addosso e finisce a terra, tra lo stupore generale il direttore di gara indica il dischetto tra le proteste rossoblu. Dagli undici metri Porto trasforma con freddezza e porta in vantaggio gli ospiti.

Il Modica accusa il colpo e stenta a imbastire azioni pericolose. Al 32′ arriva il raddoppio. Fusca verticalizza per Porto che vince il duello in velocità con Basile e Lombardo, si presenta a tu per tu con Gianchino in uscita e lo trafigge con un tocco morbido che finisce lentamente in rete.

Raciti prova a cambiare le cose e sostituisce Sammito con Noukri per dare maggiore spinta sulle fasce. Al 36′ Gurrieri ci prova dai venti metri con palla che si abbassa improvvisamente, ma finisce alta sopra la traversa.

Si va così al riposo con il Pozzallo avanti di due reti.

Nel secondo tempo il Modica è è più vivace in attacco, ma la difesa ospite imperniata su l’ex Ciccio Vindigni e Ricca è un muro invalicabile per gli attaccanti rossoblu.

Al 11′ angolo di Floro Valença per lo stacco aereo di Kebbeh che indirizza all’angolo basso alla destra di Fornoni bravo a respingere in tuffo.

Al 15′ Galfo riprende una corta respinta della difesa ospite e al volo tira in diagonale con palla che esce di poco alla destra di Fornoni.

Al 22′ altra tegola per i “Tigrotti”. Cassibba commette fallo su Porto e l’arbitro che lo aveva ammonito inspiegabilmente precedentemente gli sventola il secondo giallo e lo manda anzitempo sotto la doccia. Per il Pozzallo diventa ancora più facile gestire il match e con il Modica sbilanciato in avanti e con l’uomo in meno sfiora in almeno altre tre volte il terzo gol.

Al 32′ Porto entra in area dalla sinistra e crossa basso per Sangiorgio che arriva in ritardo per l’impatto con la sfera a pochi passi dalla linea di porta.

Al 44′ Fusca fa tutto da solo, salta un paio di avversari entra in area dalla destra e tira in porta con Gianchino che respinge in angolo.

Lo stesso Fusca al 47′ ci prova con un diagonale dal limite che finisce a lato.

Dopo 5′ di recupero arriva il fischio finale con le due squadre che vanno a salutare i loro tifosi.

Il Modica esce dal campo a testa alta consapevole che c’è molto da lavorare, ma allo stesso tempo con la certezza che è in grado di lottare per le zone nobili della classifica. I nuovi innesti hanno bisogno di tempo per lavorare con i nuovi compagni per affinare gli schemi voluti da Raciti, ma già da martedì si torna a lavorare per preparare la “stracittadina” di domenica prossima al “Pietro Scollo” con il Frigintini.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

18 − dodici =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.