Cerca
Close this search box.

Per l’utilizzo del Palazzo di Giustizia di Modica puntare su accordo Ministero-Ragione

Convocato e presieduto dall’avv. Enzo Galazzo è tornato a riunirsi a Modica il Comitato ProTribunale . All’ordine del giorno l’approfondimento di quanto emerso a Roma nel corso della riunione del Coordinamento nazionale per la giustizia  di prossimità e dell’audizione convocata dall’Intergruppo parlamentare per il ripristino dei trenta tribunali soppressi nel settembre del 2013. Dopo il suo intervento introduttivo l’avv. Galazzo ha dato lettura della relazione consegnata in occasione dell’audizione a Montecitorio; relazione condivisa da tutti ed approvata alla unanimità dal Comitato.
Di seguito un ampio dibattito.
E, se da un lato sono state discusse le numerose proposte avanzate a Roma, nel corso  delle diverse audizioni, dall’altro i componenti del Comitato ProTribunale. si sono trovati tutti d’accordo a puntare alla concretizzazione della convenzione tra il Ministero della Giustizia e la Regione Sicilia per l‘utilizzo del Palazzo di Giustizia di Modica quale sede distaccata del Tribunale di Ragusa. Per queste ragioni è stato deciso il coinvolgimento dei sindaci dei comuni del comprensorio modicano ed il “coordinamento regionale dei comitati Pro tribunali  soppressi” per sollecitare ancora una volta  l’incontro del Ministro della Giustizia con l’assessore regionale On.le Grasso, finalizzato alla convenzione. A tal fine il Comitato confida  nella disponibilità dell’on.le Marialucia Lorefice che dopo aver accompagnato e sostenuto i rappresentanti del Comitato in occasione dell’audizione dell‘Intergruppo a  Montecitorio, ha confermato di volerlo sostenere  nelle future iniziative. Non è da escludere che in caso di ulteriore ritardo o di rifiuto da parte del ministro a ricevere il rappresentante del governo regionale e la delegazione siciliana dei comitati di Modica, Mistretta e Nicosia, possano essere organizzate iniziative di protesta e di pressione per raggiungere comunque l’obiettivo individuato grazie alla preziosa disponibilità del governo regionale che nel marzo del 2018 ha assunto gli impegni di spesa voluti dalla legge per consentire al Ministro l’autorizzazione alla stipula della convenzione.

© Riproduzione riservata
Subscribe
Notificami
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Scroll to Top