La festa della Madonna delle Grazie in contrada Barco a Modica da oggi nel vivo

1
2553

La festa della Madonna delle Grazie, nell’omonima parrocchia di contrada Barco, territorio comunale di Modica, entra oggi nel vivo. Il sacerdote, don Giorgio Cicciarella, di concerto con il comitato dei festeggiamenti, ha inserito nel calendario per il 14 agosto la “Giornata di ringraziamento per il Creato”. Oggi, alle 19, infatti, ci sarà il corteo dei mezzi agricoli che accompagnerà la statua della Madonna dalla chiesa fino a Villa Barco. A seguire sarà celebrata una santa messa di ringraziamento dopo il raccolto con la benedizione di tutti i mezzi agricoli. Ogni azienda porterà un poco della propria terra e dei semi per essere benedetti e poi sparsi nei campi per la prossima annata agraria. Ognuno addobberà il proprio mezzo agricolo in omaggio alla Madonna. La celebrazione eucaristica sarà presieduta da don Nello Garofalo, parroco di Montesano, insieme con tutta la comunità parrocchiale. A seguire, alle 21,30, si terrà la serata comunitaria presso Villa Barco con la tradizionale degustazione delle arancine. Domani, giovedì 15 agosto, solennità dell’Assunzione della Beata Vergine Maria, ci sarà la recita del Rosario meditato in chiesa e alle 19 la santa messa solenne. Alle 20,30, poi, il torneo di briscola in coppia sul sagrato della chiesa. Quindi, il gioco della “omelette russa” e la degustazione dei panini con salsiccia e hamburger. Venerdì 16 agosto, giornata eucaristica di preghiera. Alle 9 si terrà la santa messa e l’esposizione eucaristica (durante la mattinata il parroco sarà a disposizione per le confessioni). Alle 19,30 la preghiera del Vespro e la benedizione eucaristica. In serata, alle 21,30, lo spettacolo teatrale “Vi salutamu amici” del gruppo “Ciuri ri maj”, spettacolo folk di Marcello Bruno sulle tradizioni culturali nel Modicano attraverso i mesi dell’anno. “Vogliamo vivere questa nostra festa – dice il parroco nel messaggio ai fedeli – rimanendo come sempre insieme nel Signore Risorto mentre guardiamo a Lei, Maria, la ragazza di Nazaret. Per tutta la Chiesa, Maria rimane sempre il modello giovane di chi vuole seguire Cristo con freschezza e docilità. Maria è colei che ci ricorda, nell’oggi che stiamo vivendo, che l’umanità ha bisogno della presenza bella del suo Figlio Gesù per condurci alla gioia senza fine”.

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

quattordici + due =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.