Cerca
Close this search box.

Modica, le Rappresentanze Sindacali interne all’Istituto Comprensivo “Ciaceri-S. Marta” non condividono accordo tra amministrazione comunale e sindacati

Sul Dimensionamento scolastico a Modica le Rappresentanze Sindacali interne all’Istituto Comprensivo “Ciaceri-S. Marta” esprimono dissenso verso l’accordo siglato tra amministrazione Comunale e sindacati.
“Le sigle sindacali, firmatarie dell’accordo, non hanno ne informato ne coinvolto le scelte con le rappresentanze interne – dicono Ignazio Abbate e Margherita Cascino” –
L’accordo prevede che l’attuale assetto dei plessi sia modificato cedendo i plessi di S. Elena e Piano Ceci per acquisire i plessi di S. Teresa e Pirato.
“Riteniamo illogica la scelta che va contro ogni possibile tutela per studenti, genitori, insegnanti e personale scolastico.
La scelta della creazione di Istituti Comprensivi segue la logica di un percorso unitario, che accompagna la formazione degli studenti dall’ingresso nella scuola dell’infanzia fino alla conclusine della scuola secondaria di primo grado. Ma la scelta dell’amministrazione riteniamo vada in orientamento diametralmente opposto. Come sarà possibile garantire continuità ad alunni che, completati gli studi della scuola primaria, dovrebbero proseguirli nella scuola Carlo Amore di Frigintini? O come sarà possibile per gli alunni di quinto anno della scuola Primaria del Pirato proseguire gli studi nel territorio di Modica Bassa?
Inoltre non comprendiamo come sia possibile avallare la scelta di non consentire sviluppo alle scuole del centro storico che da anni subiscono un costante calo demografico con indici maggiori rispetto ai quartieri più popolati o rurali. Infatti riteniamo possibile che tali scelte potrebbero nel tempo determinare il sottodimensionamento dell’Istituto.
Pertanto dissentiamo dalle scelte dell’Amministrazione Comunale e invitiamo la riaperture delle trattative per raggiungere un accordo che permetta una migliore e funzionale proposta”.

401053
© Riproduzione riservata

1 commento su “Modica, le Rappresentanze Sindacali interne all’Istituto Comprensivo “Ciaceri-S. Marta” non condividono accordo tra amministrazione comunale e sindacati”

  1. Francesco Cicero

    Al Sindaco e ai Sindacati di categoria, qualora fossero in grado di ragionare secondo le reali esigenze, basterebbe APPLICARE E ATTENERSI a quanto recita il Decreto Assessoriale n. 2300 del 01.06.2018 della Regione Sicilia, successivamente modificato dal D.A. n. 3955 del 07.09.2018 avente per oggetto:
    Indicazione dei criteri a cui DOVRANNO attenersi le Conferenze Provinciali nella predisposizione della proposta di ciascun piano di dimensionamento e razionalizzazione della rete scolastica di ogni ordine e grado per l’anno scolastico 2019/2020, che al punto ì dell’art. 1 recita:
    si eviterà la riorganizzazione di Istituzioni scolastiche che sono state oggetto di dimensionamento o razionalizzazione negli ULTIMI TRE ANNI, salvo casi debitamente motivati perché non funzionali.
    L’Istituto Comprensivo S. Marta – E. Ciaceri di Modica è stato oggetto di dimensionamento solo due anni or sono e non vi sono situazioni di NON funzionalità debitamente motivati.
    I Sindacati in primis e il Sindaco in secundis, avrebbero il dovere di rispettare le leggi e le norme che regolano la nostra società civile, dovrebbero, invece così non è, per incapacità??
    Francesco Cicero
    Assistente Amministrativo dell’Istituto Comprensivo S. Marta – E. Ciaceri di Modica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Scroll to Top