Sulla vicenda della gestione idrica a Modica, D’Antona(SI) dice la sua

0
408

Il sindaco di Modica, Ignazio Abbate, in un comunicato stampa, ha   precisato la propria posizione sulla gestione dell’acqua, affermando  “… abbiamo voluto ribadire la totale gestione pubblica dell’acqua all’interno del Comune di Modica … “. Poi che   sostiene che “ … all’interno dell’organico comunale e della Spm è impossibile reperire unità per garantire la lettura di 26 mila contatori. Affidandoci invece ad una società esterna il costo per ogni lettura sarebbe di 1/3 rispetto a quello che potrebbero garantire i dipendenti comunali o della Spm.”.
Su questa vicenda si registra l’intervento dell’ex consigliere comunale, Vito D’Antona, attuale esponente di Sinistra Italia, secondo cui   “le due affermazioni non si conciliano facilmente tra di loro, stante il fatto che la lettura dei contatori idrici rappresenta una fase non secondaria né marginale della totalità della gestione del servizio idrico”.
“Qualche mese fa a- spiega D’Antona  –  bbiamo riportato una parte del contenuto della deliberazione n. 249 del 26 settembre 2018, con la quale la Giunta comunale decideva “ … di provvedere alla lettura dei contatori idrici … affidando ad una ditta esterna lo svolgimento di tale servizio … “.
Nella deliberazione l’esternalizzazione della lettura dei contatori veniva giustificata da una
presunta responsabilità della società Servizi per Modica e da una lettera dell’amministratore unico che comunicava “ … dal 10 settembre 2018 parte del personale del servizio lettura contatori sarà impiegato in altre attività … “.
“Tutti sanno – aggiunge l’esponente di SI – che la Spm è una società interamente partecipata dal Comune e che il suo amministratore deve rendere conto al socio unico, che in questo caso è il Comune e quindi l’Amministrazione. Abbate decida cosa vuole fare.
Ricordiamo che nel suo programma elettorale per le ultime elezioni Abbate prometteva di “ …
Sostituire l’attuale sistema dei contatori idrici con più moderni dispositivi di tele lettura con
trasmissione telematica di dati relativi al consumo di acqua con fatturazione trimestrale; … “.
Sicuramente una buona iniziativa, della quale però non si parla più.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

cinque × cinque =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.