Agroalimentare, le arance siciliane in Cina via aereo, Lorefice (M5S): “Le eccellenze del nostro territorio protagoniste di questo importante step”

32
1459

“Le nostre arance potranno essere esportate in Cina in aereo, un bella notizia, una promessa mantenuta e, soprattutto, un’occasione di rilancio per la nostra economia agrumicola e per il suo indotto”: Così Marialucia Lorefice, presidente della Commissione Affari Sociali alla Camera dei Deputati: “Grazie ai nuovi accordi internazionali non saranno più necessari 60 giorni per far arrivare in Cina le nostre arance. Per la prima volta, il 2 aprile, arriveranno a 600 milioni di cinesi le arance siciliane trasportate via aereo. I produttori siciliani lo chiedevano da tempo ed oggi diventa realtà. Non sarà solo l’artigianato a poter essere esportato in aereo ma anche l’agroalimentare, con grandi opportunità per comparti che sono in forte crisi. La drastica riduzione dei tempi di trasporto, oltre a garantire una maggiore qualità organolettica dei prodotti, permetterà di ammortizzare i costi e i tempi del trasporto. Con un risparmio notevole per le aziende e un miglioramento dell’immagine del brand siciliano. Un ulteriore importante passo avanti per far conoscere le nostre eccellenze e il nostro Paese, che gioverà ai produttori e all’economia italiana.”

32 Commenti

  1. La Cina produce 32 milioni e 705 mila tonnellate di agrumi, una quantità assai superiore a quella prodotta nell’intero bacino del Mediterraneo, e in costante aumento. Nel mondo un agrume su quattro è cinese. Se l’esportazione di arance in Cina funzionerà, potremo pensare di esportare ghiaccioli al Polo sud. R.F.

  2. Ha ragione signora Faletti, gli accordi fatti con la Cina potrebbero avere significati ben più importanti o gravi rispetto ad una inutile (per la Cina) importazione di agrumi. Mi preoccupa che operazioni di questo tipo servano (ripeto, sempre alla Cina) per ottenere in cambio cose più gravi (per noi)… ad esempio la destabilizzazione dell’intera Unione Europea. La Cina, la Russia ad esempio hanno interesse a prendere il controllo dell’Europa e l’Italia con un governo così inesperto che insegue banali slogan è facile preda. La complessità della politica è purtroppo difficile che possa essere compresa dal mondo grillino.

  3. ” Divide et impera ” dicevano i romani . Lo sta facendo la Cina con accordi con singoli stati come la Francia , Germania, Italia ecc. Considerando le dimensioni del gigante cinese e le sue potenzialità economiche al confronto gli stati sopracitati non sono altro che piccole province da sfruttare .Lo stanno già facendo in Africa . La dimostrazione lampante che l Europa , intesa come forza economica e politica , esiste solo sulla carta .L imperialismo , termine ormai in disuso ma molto in voga nel secolo scorso , non è mai morto .

  4. perplesso, ha perfettamente ragione, purtroppo abbiamo un governo in Italia che pensa solo ad attaccare gli stati alleati e va per conto suo a fare accordi con stati come la Cina, flirta con la Russia di Putin, con tutta l’incompetenza che lo caratterizza. L’autoisolamento dell’Italia è iun gravissimo errore, spero comunque di sbagliarmi.

  5. Ascolti Zulu vorrei ribattere alle sue teorie e a quelle strampalate di Rita Faletti che afferma essere un demerito vendere ghiaccioli ai pinguini, quando invece si potrebbe palesare una capacità imprenditoriale non indifferente.
    S’immagina, essere riusciti a vendere i ghiaccioli ai pinguini?
    A voi interessa avere avere ragione, come ai bambini, avete presente? Tu dici loro “smettila” e loro continuano a dire “cacca” con aria di sfida perché vogliono avere l’ultima parola.
    Concludo affermando, tuttavia ringraziandola, che la sua è una scelta felice quella di celare la propria identità dietro uno pseudonimo, in quanto lei potrebbe essere una persona che conosco e stimo, dunque la lettura dei suoi commenti, ne pregiudicherebbe la mia fiducia nella sua persona
    Cordialmente

  6. “Lo stupido può anche dire una cosa giusta, ma per ragioni sbagliate.” e aggiungo alla citazione di Umberto Eco tratta dal “Pendolo di Focault”… ma è vero anche il contrario. Mi rivolgo a ‘zulu perchè Bastian non potrà mai capire questo. (non si offfenda, non è a lei rivolto, ma è la pura verità).

  7. Al signor Sebastiano G., io non la conosco ma ho rispetto per le opinioni altrui ed anche per le sue, le mie teorie saranno strampalate ma esercito il mio diritto di opinione. Non è importante che lei offenda parlando di “cacca” e di bambini, non è importante tutto questo. E’ importante vedere che lei ha perso la calma e ci sono le ragioni per questo, anzi le preannuncio che i suoi paladini si estingueranno uno dopo uno, perchè il “nulla” è come una bugia, ha le gambe corte. Buona vita a lei. Pippo, mi piace la sua citazione, già Umberto Eco in quel romanzo racconta cose che in pochi possono comprendere, ma questo, per la verità è più comprensibile di altre affermazioni, si concordo: gli stupidi non sanno distinguere fra cose giuste e ragioni sbagliate… giacchè per loro uno vale uno. Questo, però lo contemplano solo per il bene comune che non pagano loro (direttamente), per quello che pagano con i propri soldi uno non vale uno e cercano sempre il meglio, in tutto. Grazie e saluti Pippo.

  8. Miatiddu cu è carutu na naca…
    La Francia venderà alla Cina aerei Boeing per 30 miliardi, noi arance…o forse compreranno l’Italia in blocco…come hanno fatto con molti Paesi dell’Africa.

    P.S. Macron a trentanni prima di entrare in politica aveva già fatto la negoziazione tra Nestlé e Pfizer per 12 miliardi…dopo una laurea in filosofia e un master in amministrazione pubblica e scienze politiche…
    Giggino vendeva bibite tra un esame non dato e un altro andato male…uno vale uno!!!

    Alé! Minchia che ridere!!!

  9. la politica filoamericana ha prodotto solo danni ingenti alla nostra economia,vedi il default anno 2009/2010 e
    l’entrata in Europa ancor di piu’. Ben venga la Cina per gli scambi commerciali. Questo goveno innovativo, non prono alle lobby è il migliore da quando è nata la repubblica.
    Ma a molti non va giu’ essendo seguaci del delirante di Arcore o dello strampalato e perdente Renzi.
    Aspettate per giudicare. Adesso tutti muti che lo spread è giu’, e le borse vanno bene; le cornacchie escono fuori solo per sputare sentenze affrettate e intrise di odio. Avanti tutta Di >maio e Salvini, siete grandi !!!!

  10. renato c., ci ricorderemo delle sue parole e dei suoi trionfi, come quelli dello boom economico, o del bellissimo anno 2019 e poi ne riparleremo. Già dopo le europee inizieremo a vedere più chiaro. Aspetti a dire cose di cui potrebbe poi pentirsi. La cosa impressionante è che quando lo spread sale i grillioti dicono che è una truffa e quando scende (MA E’ PUR MOLTO ALTO RISPETTO A PRIMA DELLE ELEZIONI, ALMENO 150 PUNTI SOPRA) e quando scende tutti a evidenziare quanta saggezza, poverelli.

  11. @puppetta: inutile discutere con alcuni mentecatti : sono quelli che ammiravano il delinquente di Arcore per cambiare aria quando il cambia il vento. Dopo le europee andranno in cerca del prossimo buffone di corte!

  12. Oggi abbiamo raggiunto un traguardo storico. Siamo il primo Paese del G7 a chiudere un importante accordo commerciale con una delle economie più importanti al mondo: la Via della Seta, tra l’Italia e la Cina, è nuovamente tracciata. Sono orgoglioso di questo risultato sia come ministro che come vicepresidente del Consiglio e voglio dedicare questa firma ai nostri imprenditori del Made in Italy, quelli che finora, da soli, sono riusciti a rendere la nostra bandiera sinonimo di qualità ed eccellenza nel mondo. Da oggi, nelle vostre mani, ci sarà uno strumento in più per continuare a farlo. Oggi vincete voi, oggi vince il Made in Italy, oggi vince il Paese Italia.

    Gli accordi firmati oggi valgono 2,5 miliardi di euro, ma hanno un potenziale che arriva a valere più di 20 miliardi. Con queste intese riusciremo a riequilibrare la bilancia commerciale per favorire il nostro export nella cornice delle regole comuni europee. Una task force del ministero dello Sviluppo Economico monitorerà questi accordi e stiamo già lavorando perché ne nascano di nuovi da qui alla visita del presidente Giuseppe Conte in Cina, prevista a breve. Ne approfitto per ringraziarlo per aver lavorato al mio fianco alla chiusura di questo accordo, per esser stato presente in questa giornata storica e, per lo stesso motivo, ringrazio il presidente Xi Jinping.

    Questi accordi sono un passo in avanti per la nostra economia, perché continui a crescere. Ma sono anche un segnale che vogliamo dare all’Europa e al mondo intero: l’Italia c’è. Luigi Di Maio

  13. Eccoli qua, allineati e coperti. A testuggine come le legioni romane. Armati di manganello rosso e olio di fegato di merluzzo.
    Signore e Signori vi presento il FASCISMO 2.0 con la nuova versione cromatica di colore rosso.
    Sono un tutt’uno, se non lo sono per davvero.
    FALETTI: da articolista a semplice commentatore di articoli altrui, quasi fosse stata degradata sul campo o sugli altrui articoli.
    ZULÙ: Si conosce un appello alla Corte dei Diritti Umani da parte di questo simpatico popolo contro l’usurpatore del nome, e che tanta brutta figura come leone, della savana o da tastiera, fa fare ai poveri africani.
    DRUGO: il più esagitato. Mai nome qualificante è stati scelto e con ragione. I “Drughi” fallange torinese dell tifoseria estrema juventina, è stata interessata nel corsi degli anni da indagini per la loro contaninazione con la ‘ndrangheta calabrese. STESSO NOME STESSO COMPORTAMENTO.
    PUPPETTA: Da piccolo mi piaceca farmi chiamare con il nome di un supereroe Marvel. Qualcun’altro invece ci si fa chiamare ancora adesso, certo non con nomi da supereroe.
    P.I.: Insignificante come il suo nik. Per fare un voto si deve recare al seggio ben 4 volte. Cinque alle primarie PD. Scommetto che lo ha fatto per davvero.
    I signori citati, fino a pochi mesi fa, sputavano peste e corna contri Trump, la NATO e la U.E.
    Ora pur di andare contro i 5 Stelle (ammazza che fobia) emettono il diktat “Contrordine compagni” siamo atlantisti e contro i cinesi.
    MA LO SAPETE CHE I CINESI SONO COMUNISTI COME VOI?
    Poveretti.

  14. Grande Ermes,con un solo colpo ne hai stesi ben 5 (ironicamente e virtualmente parlando)
    In articoli precedenti i sopracitati commen(d)atori mi hanno aggredito e anche in alcuni casi offeso.
    Ma ho lasciato correre perchè da mentecatto e da povero illuso,dal basso della mia cultura mai avrei potuto controbattere le loro teorie catastrofiste e denigratorie contro l’attuale governo.
    La libertà di stampa e di parola è bella anche per questo. ma mai abusarne.
    Ognuno con le proprie idee,discutere e argomentare va bene, ma attaccare e offendere è davvero un gesto ignobile

  15. A me sembra chiaro che gli ultimi commentatori sono persone che negli ultimi mesi ed anni si sono presentati con soprannomi diversi, ma sono uguali perchè sono sconclusionati. Non si capisce cosa vogliono dire, ma sono contenti. Anche noi lo siamo leggendoli.

  16. Ermes: tipico esemplare di bidattilus grilliensis, è stato programmato per cliccare sì o no…altre opzioni portano al surriscaldamento del suo sistema intellettivo.
    Lo si può facilmente avvistare mentre tenta inutilmente di votare decisioni già prese.
    Vive in natura ignorando il senso della realtà e il significato di nomi e cose, una volta al mese si reca dal cosiddetto navigator nunnivuoimancuicalata per ottenere il necessario alla sopravvivenza e alla connessione alla rete, senza la quale perderebbe qualsiasi capacità di orientamento e decisione.
    Sollecitato su argomenti e fenomeni del mondo, è automaticamente predisposto a emettere i suoni comunista e invece il pd, oppure a ripetere fonemi e espressioni emesse da altri suoi simili, di cui peraltro ignora il significato.

  17. Per chiamarli ingiuriosamente come fate voi: Faletti, Zulù, Puppetta, P.I., Drugo, Mìmì e Cocò, sappiate che in queste ore il “bibitaro” Di maio e Salvini il “fascista verde”, e qui vi do ragione a chiamarlo così (ormai dipingo Voi tutti come i corsari del cinema di serie zeta), hanno appena dato la cittadinanza al ragazzino egiziano che con il proprio telefono ha lanciato l’allarme.
    Cosa vi inventerete contro il bambino pur di dare addosso al Governo o cosa v’inventerete contro il Governo per negare la cittadinanza al bambino?
    Avete visto mai s’intaccasse la vostra ipocrisia?
    Rimaniamo in attesa.

  18. @Big Lebovski
    La sua ironia, ricalcando il mio stile, mi gratifica assai.
    Nell’ultimo commento, mi pregio pertanto di inserirla tra i “Mimì e Cocò”.
    @Puppetta
    “Lu porcu di mala creanza, comu fa, pensa” e tu non fai eccezione.

  19. Ma come…hai perso l’ironia? t’ancazzasti?
    Ermes, cos’era troppo ellittica o troppo ermetica?

  20. Non voglio offendere nessuno, ma è necessario rendersi conto che i due viceministri sono come il gatto e la volpe, non entro nel merito di chi sia il gatto e chi la volpe, facile intuirlo, ma temo parecchio per i Pinocchi (noi cittadini, popolo, o meglio persone che vivono in questa bellissima Italia).
    È già passato un anno e continuiamo ad essere sempre in campagna elettorale, ogni azione, ogni parola è mirata ad acquisire consensi o a non perderli.
    Per il bene del popolo e dei cittadini c’è tempo.
    Non credo che chi ha votato 5S possa essere veramente contento di come vanno le cose, governo molto sbilanciato a destra, parlamento ininfluente, si va avanti solo a voti di fiducia, lo si faceva prima lo si fa adesso.
    Non parlo di economia, sarebbe lunga, ma spero che la prossima manovra non sia solo tagli e tasse.

  21. Ma si, votiamolo tutti stò PD
    Facciamo contenti i suoi elettori.
    Non vi accorgete del nuovo corso Zingarettiano (3^ media “abilitato odontotecnico”) con i nuovi VALORI e nuove IDEE relative all’introduzione del finanziamento pubblico ai partiti e all’aumento dell’appannaggio (Zanta dixit) parlamentare?
    P.S.: e se non votate il PD siete brutti, sporchi, cattivi e vi infilate le dita nel naso gne gne

  22. Noi ci mangiamo i bambini, altro che Pd! @Ermes non sparare minchiate, cerca di scrivere cose sensate anziché “e allora il Pd?”. Solo questo sapete dire e comunque, ripeto, stai attento ai bambini, te e il tuo fascista al potere, perchè noi li mangiamo!

  23. Ma quante contraddizioni, prof. Geraci! Michele Geraci è sottosegretario allo Sviluppo economico, in quota Lega, ed è stato il grande regista del memorandum con la Cina. Alla stampa cinese ha spiegato che «i critici dell’Italia sono invidiosi del suo accordo sulla Via della seta». Tra gli invidiosi c’è Emmanuel Macron che ha venduto 300 Airbus per più di 30 miliardi di euro alla Cina. Il presidente francese invidia il contratto che noi abbiamo concluso sull’esportazione d’arance. Alla firma del protocollo d’intesa con il presidente Xi Jinping non c’era il vicepremier Salvini: «Non è una competizione normale, non mi si venga a dire che in Cina vige il mercato libero». Commento di Geraci: «Sulla questione cinese, nel Carroccio, non c’è stata alcuna discordia. Semmai un gioco di squadra». Ah ecco, si chiama gioco di squadra. Così la ribalta se l’è presa Di Maio.

    Del resto, sempre parole di Geraci, ora il memorandum è derubricato a trovata mediatica per il mercato cinese. La Cina è vicina. Un anno fa, commentando le relazioni dell’Ungheria con il Celeste Impero, Geraci avvertiva che la Cina stava usando «l’anello più debole», un Paese bisognoso d’aiuti, per «perseguire il proprio interesse». Grecia, Ungheria, Italia… cavalli di Troia per la penetrazione della Cina in Europa. L’Italia no, noi siamo più furbi: da noi le contraddizioni si chiamano giochi di squadra.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

10 + diciannove =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.