Modica, ex poliziotto assolto dall’accusa di avere abusato dei suoi poteri di ispettore capo

0
2651

Era finito sotto processo con l’accusa di aver abusato dei suoi poteri di ispettore capo: si tratta del 58enne P.L., all’epoca dei fatti in servizio al commissariato di Modica, oggi in pensione. A distanza di 4 anni dalla vicenda, per l’imputato, difeso dall’avvocato Franco Rovetto del Foro di Milano, è arrivata l’assoluzione, perchè il fatto non sussiste. Secondo l’accusa, il poliziotto si sarebbe introdotto abusivamente nel sistema informatico della banca dati interforze istituita al Ministero dell’Interno, in quanto non legittimato, in virtù di specifiche esigenze investigative connesse all’espletamento del servizio. In pratica, secondo la pubblica accusa, il poliziotto avrebbe violato le direttive concernenti l’accesso al sistema costituito alla sola finalità dell’ordine e della sicurezza pubblica e di prevenzione e repressione dei reati, formulando una interrogazione diretta su un preciso nominativo, che, secondo quanto sostenuto in tribunale, non avrebbe presentato attinenza alcuna con le pratiche d’ufficio. L’avvocato Rovetto ha esposto le motivazioni che avevano indotto il suo assistito a procedere in tal senso, evidentemente condivise dal giudice del tribunale di Ragusa, che ha dunque deciso per l’assoluzione con la formula “perchè il fatto non sussiste”, come peraltro richiesto dal pubblico ministero. Il giudice per le udienze preliminari del tribunale di Catania, competente per questa ipotesi di reato, aveva rinviato a giudizio l’imputato.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

4 × 4 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.