FP Cgil. L’incremento orario dei part time aa Scicli è soddisfacente. E’ un primo risultato.

0
490

La F.P. CGIL e le RSU del Comune di Scicli esprimono soddisfazione in riferimento all’approvazione della delibera con la quale il Comune di Scicli ha finalmente proceduto alla trasformazione dei rapporti di lavoro di 51 unita distribuite tra le varie categorie che passeranno, con decorrenza 1° marzo p.v., dalle attuali 18 ore a 25 ore settimanali, ciò a seguito dell’approvazione della delibera di G.M. 130 del 21.09.2018 e conferma con G.M. 154 del 26.10.2018 “Programma Triennale fabbisogno del personale triennio 2018-2020”.
In una nota inviata al sindaco, Enzo Giannone, all’assessore al personale Giorgio Vindigni, al responsabile del settore amministrativo e al segretario generale dell’Ente, i rappresentanti delle RSU – Pietro Assenza, Alessio Privitera, Daniela Giacchino, Salvatore Miceli, Gianfranco Trovato, Fiorella Grimaldi – e il segretario generale della F.P. CGIL di Ragusa, Nunzio Fernandez fanno rilevare che:

“Riteniamo soddisfacente, ma non esaustivo tale risultato.
Nell’incontro del 15 febbraio scorso voluto dall’Amministrazione avevamo ricevuto rassicurazioni dai vertici amministrativi e politici dell’Ente, circa l’effettiva volontà di adottare gli atti necessari all’integrazione oraria e nell’occasione la scrivente O.S. ebbe ad eccepire alcune incongruenze in merito all’incremento della capacità di assumere da parte dell’Ente eccependo la possibilità di rimodulare nell’immediato, subito dopo l’integrazione oraria in itinere, il documento di programmazione triennale del fabbisogno 2019-2021 e in ogni caso prima dell’approvazione del Bilancio di Previsione. Tutto ciò al fine di una ulteriore integrazione oraria per tutto il Personale Part-time (almeno 32 ore), collegata, sia ai cospicui risparmi dei cessati, sia alla migliorata condizione finanziaria dell’Ente.
Siamo solo ad un primo passo di un lungo percorso iniziato dal Personale dipendente del Comune di Scicli, più di dieci anni fa.
Il risultato di oggi conforta perché finalmente dopo tantissimi anni siamo stati, insieme ai lavoratori, protagonisti della ripresa di un cammino bruscamente interrotto dalle vicissitudini del Comune.
L’epilogo odierno, rappresenta un primo riscontro alla richiesta sindacale Prot 21126 del 03 Giugno 2018, a firma delle RSU FP-CGIL e della Segreteria Provinciale, con la quale si chiedeva da subito la consistenza del carico di lavoro del Personale dipendente, la mancata liquidazione della retribuzione accessoria degli ultimi quattro anni, ma anche le motivazioni dell’impedimento all’integrazione oraria, ma appare palese, che quell’istanza era altresì diretta a scuotere le sensibilità degli Amministratori di questa Città, e far riconquistare fiducia al personale dipendente rilegato ad una condizione fortemente demotivante di lavoratore Part-time senza un futuro certo, forti della considerazione che i lavoratori del Comune di Scicli meritano un riscatto, malgrado i difficili anni trascorsi, con il commissariamento e con le difficili condizioni finanziarie dell’Ente.
Questi impedimenti, questi ritardi, in parte ad oggi, sono stati recuperati, passo dopo passo, attraverso un azione sindacale silente, a volte in solitudine, caratterizzata da un confronto serrato, anche aspro, vedi le vicende degli ultimi giorni riassunte nella nota del 11 gennaio 2019, che ci ha visti protagonisti di una forte contrapposizione con l’attuale amministrazione, ma alla fine c’è stato il dialogo, che ha permesso il risultato odierno, ha vinto la tenacia di un gruppo dirigente sostenuto sempre dai lavoratori e fortemente impegnato a garantire le giuste tutele dei diritti, verso il legittimo ristoro economico del Personale dipendente che da oggi potrà guardare al proprio futuro lavorativo con un ritrovato ottimismo, che negli ultimi anni si era drasticamente affievolito.
Ci auspichiamo un prosieguo senza incidenti di percorso, l’apertura di una nuova fase che possa ridare fiducia e dignità ai lavoratori, per quanto ci riguarda, saremo, come sempre, al fianco dei lavoratori nell’affrontare le problematiche di natura retributiva e nel difficile percorso, si spera breve, di piena contrattualizzazione del personale Part-time, con la speranza che nel giro di pochi mesi si possa riagguantare il tempo perduto, ciò a beneficio dei lavoratori, ma anche della città di Scicli, che potrà contare su una maggiore efficienza dei servizi resi alla collettività”.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

17 − 15 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.