Basket. Altro scivolone per la Virtus Ragusa che perde in trasferta sul parquet dell’Orlandina Lab

0
300

Altro scivolone per la Virtus Ragusa che al Pala Fantozzi di Capo D’Orlando viene battuta dall’Orlandina Lab e tutto si è deciso negli ultimi due minuti della partita. Un match che è sempre stato giocato ad alti ritmi dalle due squadre e che alla fine ha premiato i padroni di casa. L’Orlandina Lab cosi si avvicina in classifica a – 2 punti dalla Virtus Ragusa che rimane comunque capolista.
Il ritmo è sin dai primi secondi molto veloce. La posta in gioco è alta e nessuno vuole sbagliare. Il primo quarto è caratterizzato dai punti di fuori area di Neri e Carnazza che ne mette dentro 3 di fila. I padroni di casa mostrano subito i muscoli ma i ragusani non sono da meno chiudendosi in difesa e non concedendo spazi sotto canestro. Grande equilibrio in campo che porta a chiudere il primo quarto in parità (14-14). Nella seconda frazione di gioco la Virtus prova ad accelerare con Andrea Sorrentino che sotto canestro riesce a finalizzare giocate ben costruite dall’intera squadra. Ma i padroni di casa non stanno a guardare e grazie a Galipò e a Murabito riescono a stare dietro ai ragusani.
Al ritorno dal riposo lungo la storia non cambia. Grande dinamismo di entrambe le squadre e azioni offensive che portano a risultati positivi. Okjlevic e Labudovic si rendono protagonisti di punti dopo azioni ben costruite che portano la squadra locale a piazzare un + 8 sui ragusani. Ma dall’altra parte Andrea Sorrentino, Carnazza e Dinatale rispondono con canestri che tengono i ragusani sempre un passo avanti sul tabellone grazie anche alla difesa che risulta essere più compatta e meno penetrabile.
L’ultimo quarto è caratterizzato dal nervosismo in campo che sporca alcune azioni in entrambi gli schieramenti. Ma i ragazzi allenati da coach Brignone ci credono fino in fondo e grazie a Okjlevic e a una tripla di Murabito l’Orlandina Lab si porta a + 6 dai ragusani quando mancano cinque minuti alla sirena finale. Ragusa non ci sta a soccombere e grazie a Sorrentino si ritorna in parità a due minuti dalla fine (66-66). La tensione cresce e la Virtus non riesce più a gestire la palla. Fazio mette dentro due canestri che portano avanti i padroni di casa e poi Galipò e Labudovic dalla lunetta completano l’opera per una vittoria che si è decisa proprio negli ultimi secondi del match (75-68).

“Abbiamo giocato una buona partita – commenta a caldo coach Di Gregorio -ma abbiamo perso la lucidità proprio nei momenti cruciali. Ribadisco da sempre che ogni partita è a sé e per questo non ci possiamo permettere di abbassare mai la guardia. L’Orlandina Lab è una squadra che si è preparata bene a questo incontro e si è giocata tutte le carte che aveva a disposizione. Noi abbiamo fatto la nostra partita ma è mancato quel quid che non ci ha permesso di fare la differenza concedendo spazi agli avversari e perdendo concentrazione proprio sul finale”

ORLANDINA LAB – VIRTUS RAGUSA: 75 – 68
Parziali
: 14-14; 30-34; 48-49

ORLANDINA LAB
Giacoponello ne, Ravì ne, Carlo Stella 2, Galipò 10, Triolo, Neri 10, Colica ne, Klanskis, Fazio 9, Murabito 15, Okiljevic 14, Labudović 15.
All. Brignone

VIRTUS RAGUSA
Vacirca ne, Girgenti, Chessari 9, Sorrentino Andrea 17, Di Natale 13, Causa ne, Carnazza 14, Salafia 6, Ferlito 5, Canzonieri, Nardi 4
All. Di Gregorio

Arbitri: Licari – Tartamella

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

19 − 7 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.