Incontro “Cardiologie aperte” a Ragusa. Sinergia tra  Asp e  volontariato

Partecipata iniziativa quella che si è svolta in occasione della settimana di cardiologie aperte a Ragusa, a cura dell’Asp e del volontariato. La settimana delle “Cardiologie aperte” è un’iniziativa dell’Associazione Nazionale dei Medici Cardiologi Ospedalieri – ANMCO – che ha lo scopo di avvicinare i cittadini alla Cardiologia, al fine di “educarli” alla prevenzione e ai corretti stili di vita, come punto di partenza per ridurre il rischio cardio-vascolare.
La Cardiologia di Ragusa ha aderito all’iniziativa “Cardiologie Aperte”, organizzando un incontro congiunto tra due Associazioni di Volontariato: “Amicuore” e Aiad – Associazione Italiana Assistenza Diabete – che ha visto la partecipazione di Antonino Nicosia, direttore della Cardiologia di Ragusa, e di Raffaele Schembari, dirigente medico della UOC di Medicina di Ragusa, moderati dalle presidenti delle Associazioni “Amicuore”, Lucia Ingarao, e Aiad, Gianna Miceli.
«Ci capita troppo spesso di scoprire in Unità Coronarica che i pazienti, giunti da noi per un infarto miocardico acuto, erano diabetici, che non sapevano di esserlo», riferisce Nicosia, «ed è questa la ragione per cui abbiamo voluto coinvolgere il dottore Schembari e l’Associazione dei diabetici»”.
Durante l’incontro, infatti, Schembari ha discusso dei segni precoci dell’insorgenza del diabete, nonché delle sue possibili complicanze, invitando a non sottovalutare i sintomi iniziali e a trattare precocemente i rialzi di glicemia e il diabete. e i volontari dell’associazione hanno eseguito i controlli gratuiti della glicemia.
La Cardiologia si è, invece, concentrata sui segni e sintomi dell’infarto miocardico acuto e delle iniziative di telecardiologia che sono oggi una realtà presso la Cardiologia, sia per i pazienti con sospetto infarto miocardico acuto che per i pazienti con scompenso cardiaco cronico. E’ per questo intervenuta Giovanna Mezzasalma – tecnico di Cardiologia – che sta svolgendo un progetto sperimentale di telecardiologia per i pazienti con scompenso cardiaco cronico: i pazienti, cioè, vengono dotati gratuitamente di apparecchi di misurazione di pressione, di pulsi-ossimetri e di bilance, collegati telematicamente ai computer della Cardiologia, dove i tecnici possono cogliere precocemente i segni di possibile scompenso, riferire i pazienti precocemente ai Cardiologi ed evitare in questo modo le ospedalizzazioni prolungate tipiche di questo gruppo di pazienti.
Tra le due Associazioni è emersa la volontà di continuare il percorso di collaborazione e impegno all’interno dell’Asp per sostenere iniziative rivolte all’informazione e alla prevenzione.

guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
  • Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
Riproduci video
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI